Rose, corbezzoli, forsizie e olivi: "Esplosione botanica" nel Comune di Bagno a Ripoli

Restyling all'insegna del pollice verde scelto dall'amministrazione guidata dal sindaco Casini nel capoluogo, all'Antella e a Grassina. Allo studio anche il progetto "Un albero per ogni nato"


Aiuole, piccole oasi fiorite con corbezzoli e rose. E poi nuove alberature, olivi e sempreverdi. Bagno a Ripoli è pronta a fiorire, nel vero senso della parola, con l’operazione “Esplosione Botanica”. Un restyling all’insegna del pollice verde per il quale il Comune ha stanziato ulteriori 10mila euro, che inizierà nel mese di settembre con l’installazione in tutto il capoluogo di vasi e cassette in cotto con piante e fiori, nuove piantumazioni e la creazione di aiuole con alberature e sedute.

Il palazzo comunale, via Roma e il giardino dei Ponti si coloreranno così del giallo della forsizia e delle sfumature di corbezzoli, rose sevillane, raphiolepis, veroniche e sempreverdi come l’agrifoglio. Lo stesso, accadrà successivamente a Grassina e Antella, con interventi in piazza Umberto I e in piazza Peruzzi.

“La scelta – spiegano il sindaco Francesco Casini e l’assessore comunale all’ambiente Enrico Minelli - privilegerà specie resistenti e dalle fioriture differenziate a seconda delle stagioni. Un modo per rendere più belli i nostri abitati con un tocco di colore e natura che vogliamo esportare anche agli altri centri urbani. Il decoro di una città passa anche da queste piccole cose”.

Allo studio dell’amministrazione, inoltre, il progetto “Un albero per ogni nato” che prevede la piantumazione di una nuova alberatura ad alto fusto per ogni bambino residente sul territorio ripolese che viene alla luce. Il Comune sta esaminando alcune aree idonee ad accogliere il nuovo giardino dedicato ai neonati, con l’obiettivo di avviare il progetto la prossima primavera.

Redazione Nove da Firenze