Riaperta la SS66 dopo la caduta degli alberi a causa della neve

Proseguono con cinque squadre gli interventi di messa in sicurezza. Riapertura anche per la SP33 del Chianti fiorentino


Anas (Gruppo FS Italiane) ha riaperto al traffico la strada statale 66 “Pistoiese”, chiusa nella mattinata di ieri a causa di numerosi rami abbattuti e alberi pericolanti a causa delle nevicate che hanno interessato la zona. La circolazione è al momento regolata a senso unico alternato dal chilometro 49 al chilometro 49,850 (tra Pontepetri e Le Piastre), dove stanno proseguendo con cinque squadre gli interventi di rimozione e potatura per la messa in sicurezza, che si prevede di completare entro la giornata di oggi. Gli interventi, avviati già durante le precipitazioni nevose di ieri, sono poi proseguiti durante la scorsa notte con l’ausilio di imprese specializzate.

Terminato con successo il periodo sperimentale del percorso ciclo-pedonale di Greve in Chianti, riapre da domani, giovedì 7 gennaio, la strada provinciale n. 33 “Di Testi” dal km 1+150 al km 3+750. La chiusura al transito della strada aveva interessato per circa tre mesi il tratto che dal Passo dei Pecorai giunge a Greti, dal bivio per Le Bolle fino alla congiunzione con la SR 222 a Greti. L'intervento era stato effettuato dalla Città Metropolitana su richiesta dell’amministrazione comunale.

“Tracciamo un bilancio positivo della sperimentazione - dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Paolo Stecchi – il tratto è stato percorso da moltissime persone a piedi e in bicicletta. L'operazione non ha richiesto alcun costo all’amministrazione comunale, poiché la pista ciclopedonale si è sviluppata lungo la stessa strada,”. Il tratto è lungo circa 2,500 Km. “Stiamo valutando in collaborazione con il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno – conclude - soluzioni e investimenti per la valorizzazione ambientale, turistica e sportiva di questo tratto del nostro territorio immerso nella natura chiantigiana”. Un ringraziamento da parte dell’amministrazione comunale è rivolto in particolare ai lavoratori della Sacci che, nel giorno dell'Epifania, hanno dato mano nelle operazioni di ripulitura del tratto stradale in vista della riapertura.

Redazione Nove da Firenze