Regionali: il centrosinistra disunito aiuta la Destra

Il senatore Massimo Mallegni si candida a governare la Regione e inizia un giro delle strutture ospedaliere toscane


Siamo appena entrati nel nuovo anno e si scaldano i motori per le elezioni regionali che si terranno in primavera. Come i recenti sondaggi dimostrano, se il centrosinistra non trova le ragioni e la forza di compattarsi, una vittoria della destra anche in Toscana non appare impossibile.

In queste ore prende consistenza la candidatura del senatore di Forza Italia Massimo Mallegni quale candidato unitario a governare la regione nel futuro quinquennio. Ancora sconosciuti i nominativi di altri candidati tra gli esponenti politici della destra toscana.

“La sanità toscana – spiega Mallegni che in più occasioni ha attaccato e denunciato i disservizi e le fragilità della riforma della sanità toscana - non è certo la peggiore d’Italia ma di questo passo lo diventerà. Credo che sia vietato - ha continuato il Senatore - gestire la salute dei toscani soltanto in base ai numeri di un bilancio. I cittadini toscani, che hanno una pressione fiscale del 64,2%, con quello che pagano di tasse dovrebbero avere indietro servizi adeguati. In questi anni nelle strutture ospedaliere toscane la scarsità di programmazione e personale è stata sopperita dalla grande passione e dedizione dei nostri medici, infermieri, assistenti di ogni ordine e grado ciò nonostante i disservizi non sono mancati. È il momento di prendere il coraggio a quattro mani e cambiare le regole abrogando la riforma sulla sanità. Dalla prossima settimana – conclude il tre volte sindaco di Pietrasanta e senatore del centro destra – inizierò un giro in tutte le strutture toscane per parlare con medici, pazienti e cittadini”.

Redazione Nove da Firenze