Ragazzini danneggiano il parcheggio: famiglie chiamate a pagare le spese

Montelupo Fiorentino: responsabili individuati grazie alla videosorveglianza. Il sindaco Masetti: "Va capito che per ogni azione che facciamo c’è una conseguenza e che se causi danni alla comunità paghi. La prossima volta ci penseranno 10, 20, 50 volte prima di compiere altri atti di vandalismo"


Tre episodi di danneggiamento nel giro di un mese a Montelupo Fiorentino nel parcheggio sotterraneo di piazza dell’Unione Europea, tutti più o meno intorno alle 22.30, a ottobre.

Il più grave la sera di Halloween quando un gruppetto di circa 10 ragazzi hanno pensato bene di festeggiare riversando in giro il contenuto delle bombolette antincendio.

Per due giorni successivi è stato necessario tenere chiuso il parcheggio per ripulirlo.

Grazie al sistema di videosorveglianza e ad un minimo di attività di indagine effettuata dalla polizia municipale sono stati individuati tutti i responsabili.

Nel gruppo c’è chi concretamente ha causato i danni e chi è stato un mero spettatore. Si tratta di adolescenti, non ancora maggiorenni.

Tutti i ragazzi e le loro famiglie sono stati convocati dal sindaco per discutere della questione.

Come previsto dai regolamenti comunali sono stati sanzionati per danneggiamenti e dovranno ripagare le spese per rimediare a tutti i danni causati.

«Negli anni si sono verificati danneggiamenti a beni pubblici: panchine, giochi per bambini, arredi urbani. E ci siamo sempre interrogati su come intervenire.
Io credo che da un lato sia necessario lavorare affinché i ragazzi siano educati al rispetto del bene pubblico, dall’altro credo che sia importante l’aver individuato i responsabili e aver “fatto pagare” loro i danni della bravata di una sera.

È necessario a mio avviso comprendere che per ogni azione che facciamo c’è una conseguenza e che se causi danni alla comunità paghi.

Non voglio fare dell’inutile paternalismo, ma anche da padre sono convinto che non sempre si può passarla liscia o essere accondiscendenti. Ritengo che la prossima volta ci penseranno 10, 20, 50 volte prima di compiere altri atti di vandalismo. Spero che anche le famiglie lo comprendano e ci supportino nella decisione che abbiamo preso», afferma il sindaco Paolo Masetti.

Redazione Nove da Firenze