Raccolta differenziata: Comune di Firenze e Alia informano cittadini, turisti e city user

Tra le novità la mappa interattiva, l’opuscolo sulle raccolte differenziate, gli adesivi con QRcode


Presentato, questa mattina a Palazzo Vecchio, il nuovo progetto di Alia e amministrazione comunale dedicato a Firenze che permette ai cittadini, turisti e city user un accesso semplice ed immediato alle informazioni relative alla raccolta differenziata, ai servizi di pulizia e ad altre attività. 

Il progetto prevede l’utilizzo di una serie di strumenti di comunicazione differenti, dai più tradizionali ai più innovativi, molti dei quali in versione multilingua. A tutte le 230 mila utenze cittadine, a partire dal 20 settembre, sarà distribuito a domicilio un sintetico opuscolo informativo sulla raccolta differenziata ('Piccole azioni per grandi risultati'), diversificato tra famiglie ed attività: oltre alle indicazioni sulla corretta separazione dei rifiuti, il vademecum contiene informazioni utili e specifiche per ciascuna tipologia di utenza (centri di raccolta, contatti, pulizia strade, chiavette elettroniche etc.).
Tra gli strumenti più innovativi, la mappa interattiva (RifiuMappa – Florence Waste Map) a cui si accede direttamente dalla home page del portale di Alia (www.aliaspa.it). Digitando il nome della strada e la distanza di interesse, si visualizzano le postazioni di raccolta presenti nel raggio prescelto, i rifiuti conferibili, le indicazioni sulla pulizia strade con divieto di sosta e gli orari di ritiro di carta e cartone per le utenze del centro storico. A breve, saranno inseriti anche i calendari di raccolta “porta a porta” nelle vie interessate (aree collinari, Peretola etc.) e previste anche altre piccole ottimizzazioni. La mappa è multilingua (oltre all’italiano, inglese, francese, tedesco) e consente di generare anche una versione stampabile con le stesse informazioni. E’ inoltre possibile accedere ad altri contenuti come la guida multilingue alla raccolta differenziata, i canali di contatto, il QR code, la Newsletter ed il profilo twitter di Alia.
“Il nostro obiettivo principale è avere una città più curata e più pulita - ha detto il sindaco Dario Nardella -. Per questo non bastano solo i controlli, ma è necessaria la collaborazione da parte di tutti, cittadini, imprese, turisti e city user. Per questo, in modo chiaro e semplice, arriveremo in tutte le case, in tutti gli uffici e i negozi con le informazioni necessarie per aiutare a migliorare la raccolta differenziata. Noi arriviamo già a 150mila tonnellate di rifiuti di raccolta differenziata ogni anno e vogliamo raggiungere l’obiettivo ambizioso del 70% entro il 2019. Tutto questo ci consentirebbe di avere meno costi e soprattutto di aiutare l’ambiente”.
“Nella campagna informativa saranno coinvolti anche i quartieri - ha sottolineato l’assessore all’ambiente Alessia Bettini - e la condivideremo con le associazioni di categoria. Da tempo i cittadini ci sollecitano a fare un recall sulle buone pratiche di come si fa la raccolta differenziata”. “Invitiamo tutti, cittadini, commercianti, turisti, city user, a mettere in pratica piccoli gesti che però sono importanti per la città. Questa è una campagna di informazione e di educazione civica che sono convinta ci aiuterà a rendere Firenze più pulita”, ha aggiunto Bettini. Che, infine, fa un appello ai fiorentini ad usare il numero verde per ritirare i rifiuti ingombranti: “È un servizio che funziona molto bene, usatelo”.
“Uno degli aspetti di maggior rilievo del progetto – ha dichiarato Livio Giannotti, amministratore delegato di Alia - è quello di rivolgersi, oltre che ai fiorentini, a turisti e city user italiani e stranieri che ogni giorno sono presenti a Firenze, incidendo con i loro comportamenti in maniera significativa sulla qualità dei servizi di raccolta e pulizia. Questa importante iniziativa di comunicazione si inserisce in un più ampio progetto di trasformazione che sta già interessando molte parti della città e ne coinvolgerà presto di nuove, migliorando i servizi erogati alla collettività”.
Il progetto preve anche l’applicazione sulle postazioni interrate di raccolta di nuovi adesivi. Sulla parte alta è posizionato un QR-code che consente di sapere quali rifiuti inserire in ciascun contenitore in 7 lingue: oltre all’italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, cinese, arabo. Sulla parte bassa è invece posizionato l’adesivo con i riferimenti di contatto di Alia per informazioni e ritiro ingombranti.
Temi e contenuti del progetto saranno diffusi anche attaverso i mezzi di informazione ed i social; è inoltre prevista la personalizzazione grafica della tramvia.

Redazione Nove da Firenze