Qual è stato il miglior posizionamento in classifica nel Campionato italiano di Serie A per la Fiorentina?

La leggenda Fiorentina attraverso i suoi successi storici


La tifoseria della Fiorentina è di sicuro tra le più appassionate ed esigenti del calcio di casa nostra. Sebbene i Gigliati nelle ultime stagioni stiano faticando a conquistare le posizioni che tale piazza meriterebbe, è indubbio che la Fiorentina sia tra le squadre più importanti del Campionato di Serie A, per risultati e per storia.

Molti ricorderanno i fasti tra la fine degli anni ‘90 e la prima metà del 2000, quando i Viola erano costantemente tra le migliori squadre non solo nel panorama calcistico italiano, ma in quello internazionale.

Grandi calciatori hanno contribuito ad accrescere la leggenda Fiorentina nel mondo: tra tutti ricordiamo sicuramente Gabriel Omar Batistuta e Luca Toni, che con i goal segnati proprio con la maglia viola, si è aggiudicato la Scarpa d’Oro come miglior attaccante d’Europa nel 2005-2006. Quello verrà ricordato dagli scommettitori come l’anno con i miglior bonus benvenuto scommesse, sulla scia della vittoria dei Mondiali.

La Fiorentina naviga da qualche stagione in cattive acque, lottando più che altro per non retrocedere e per poter disputare un Campionato tranquillo. Se si dovessero prendere in considerazione i risultati degli ultimi anni, non si potrebbe considerare la squadra toscana tra le più influenti in Italia, ma a ben vedere la Fiorentina ha dato grandi soddisfazioni in passato ai suoi tifosi.

Qual è stato il miglior posizionamento in classifica nel Campionato italiano di Serie A per la Fiorentina?

Due scudetti in bella mostra nella bacheca dei Viola

I più giovani faticheranno a ricordare la grande Fiorentina di Batistuta, ma di certo chi ha superato i trent'anni ripensa alle gesta dei Viola in Italia ed Europa con nostalgia. Non molti ricordano tuttavia che la squadra toscana, oltre ad aver tenuto alto il nome dei club italiani nel mondo negli anni ‘90, ha conquistato due scudetti.

La prima vittoria del Campionato Italiano da parte dei Gigliati risale alla stagione 1955/1956 sotto la guida tecnica di Fulvio Bernardini. Grazie anche ai goal di Giuseppe Virgili, la Fiorentina riuscì a conquistare il suo primo storico scudetto, surclassando club molto più quotati quali Milan ed Inter.

Il secondo ed ultimo scudetto vinto dalla Fiorentina è nella stagione 1968/1969, arrivando primi in classifica con 45 punti ai danni del Cagliari di Gigi Riva (capocannoniere in quell’annata). Le prestazioni di De Sisti e Maraschi, miglior marcatore per i Viola, hanno regalato così l’ultimo trionfo italiano sotto la storica Curva Fiesole.

Fu la difesa il vero punto forte di quella squadra: in tutto il Campionato la Fiorentina fu sconfitta una sola volta, vincendo al contrario sedici match e pareggiandone tredici.

Una lunga sfilza di secondi posti

Il palmares della Fiorentina poteva essere di gran lunga più importante se il club fosse riuscito ad imporre la sua supremazia soprattutto alla fine degli anni ‘50. Infatti, dopo la storica vittoria dello scudetto nel 1956 i Viola hanno collezionato ben quattro secondi posti consecutivi nelle stagioni successive, perdendo l’occasione di affermarsi come potenza calcistica in Italia.

Anche nel 1981 la Fiorentina non riuscì di un niente nell’impresa di vincere il titolo italiano, battuta dalla Juventus. In panchina c’era proprio De Sisti, tra gli artefici del secondo ed ultimo scudetto Viola, mentre Francesco “Ciccio” Graziani guidava l’attacco viola, coadiuvato da Daniel Bertoni, all’epoca fresco Campione del Mondo con l’Argentina. 

Redazione Nove da Firenze