Prato: video della Municipale con le buone pratiche in tempo di Covid

DPCM

Dal titolo "DPCM" è visibile sul canale YouTube PIEMMEPO PMPO della Polizia. Oltre a ribadire l'importanza della mascherina si chiariscono le regole per le visite di cortesia e il trasporto in auto di persone non conviventi


Fa sempre bene ripassare le buone pratiche e i comportamenti corretti da tenere in questo periodo di emergenza sanitaria. E' questo l'obiettivo del video dal titolo “DPCM” realizzato dalla Polizia municipale per ribadire le principali regole da rispettare per limitare il contagio e rispondere ai dubbi più frequenti in materia di spostamenti.

“Il video è disponibile sul canale YouTube della Polizia municipale PIEMMEPO PMPO - precisa il comandante della Polizia Municipale Marco Maccioni -. Il canale multimediale è stato attivato da due mesi con l'obiettivo di dare informazioni di pubblica utilità come in questo caso, e per far passare buone pratiche e comportamenti corretti che interessano la vita in città”.

Nella guida online l'ispettore della Polizia municipale Giuseppe Carmagnini, ribadisce l'importanza dell'uso della mascherina e ricorda che il dispositivo di protezione individuale non esonera dal divieto di assembramento e dall'obbligo di distanziamento: infatti 10 persone che indossano la mascherina senza però mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 m, 2 m se si fa attività sportiva, sono considerate un assembramento.

Oltre alle regole generali, nel video si fa riferimento anche alla Toscana attualmente in zona gialla e quindi al divieto di spostamenti fuori dai confini regionali almeno fino al 15 febbraio, eccetto che per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità; è consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione anche fuori dalla regione (salvo limitazioni regionali).

Fra le novità della zona gialla ci sono le visite di cortesia: si può fare visita ad amici e parenti dalle 5 alle 22 in ambito regionale in abitazioni private abitate, una sola volta al giorno, nei limiti di due persone, oltre ai minori di 14 anni (sui quali tali persone esercitano la potestà genitoriale) e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

L'ispettore chiarisce anche un altro aspetto che è motivo di dubbio per molti automobilisti, il trasporto di persone non conviventi su veicoli privati. È infatti ammessa la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e massimo due passeggeri per ciascuna fila di sedili posteriori con obbligo di indossare la mascherina. Quindi in un'auto omologata per 5 potranno viaggiare al massimo 3 persone non conviventi contemporaneamente.

A conclusione del video si ricordano i numeri utili da chiamare in caso di dubbi: il numero verde del Ministero della Salute 1500 attivo h24, e quello della Regione Toscana 055 43 85 850 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

Redazione Nove da Firenze