Prato, insediato Giovanni Nerbini: "Sarò un Vescovo in mezzo al popolo"

Il Vescovo Nerbini. Immagine da Tv Prato

Alle 18, 51 la prima Omelia in piazza Duomo davanti a migliaia di persone. "Aiuterò chi ha bisogno. Tutto quello che sono, la mia storia, le mie esperienze passate sono per voi. Allo stesso tempo ho bisogno di voi. La Madonna è con noi". Domani Corteggio storico e Ostensione del Sacro Cingolo


Il Cardinale Arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori ha presieduto la prima parte della Messa di insediamento di Giovanni Nerbini a Vescovo di Prato, oggi in piazza Duomo con inizio alle ore 18, tutto ripreso in diretta da TV Prato. Nerbini, che ha preso il posto di Franco Agostinelli sostituito per raggiunti limiti di età, è stato accolto con calore dalle autorità cittadine, in primis dal sindaco Biffoni, e dalle migliaia di persone presenti. Di formazione lapiriana, come Nerbini ha sottolineato con forza anche oggi, e fortemente voglioso di iniziare a lavorare finito il tempo delle feste, il Vescovo Giovanni alle 18,51 ha iniziato a pronunciare la sua prima Omelia da Vescovo di Prato. Il Vangelo è quello secondo Matteo, in cui racconta di Maria messa incinta dallo Spirito Santo e dell'apparizione dell'Angelo a Giuseppe che quindi non ripudiò la sua Sposa.

"Carissimi fratelli e sorelle, signor sindaco, autorità civili...". Queste le primissime parole di Giovanni Nerbini che poi subito si è rivolto ai pratesi: "Tutto quello che sono, la mia storia, le mie esperienze passate sono per voi. Voi vi aspettate molto da me e a ragione ma anche io ho grande bisogno di voi. Mi metterò in ascolto di tutti, prima di tutto come segno di rispetto e poi alla ricerca di quei segni che lo Spirito semina di continuo. La sfida  è ardua ma non siamo soli, la Madonna è con noi e con noi è anche Giuseppe. Quanta forza nella storia di questi giovani a cui Dio chiese di fidarsi della Sua parola...". 

Sarà "un Vescovo che sta in mezzo al popolo", Giovanni, che ha sottolineato l'aiuto che fornirà a tutti coloro che soffrono e hanno bisogno, gli "ultimi". Infine il ringraziamento ai predecessori Gastone Simoni e Franco Agostinelli, alla parrocchia di Rignano sull'Arno e alla sua famiglia. "Maria ci protegga e ci accompagni sempre. Grazie", ha concluso il nuovo Vescovo di Prato.

Domani domenica 8 settembre il Corteggio Storico e l'Ostensione del Sacro Cingolo. Tutti i dettagli qua

https://www.nove.firenze.it/prato-festeggia-la-nativita-di-maria-e-il-nuovo-vescovo-giovanni.htm

Antonio Patruno