Prato città inclusiva e accessibile: verso un Tavolo operativo

Sarà composto da un massimo di 20 componenti residenti nel Comune laniero che daranno il loro contributo a titolo volontario. Come candidarsi entro il 20 gennaio 2020


È stato approvato l'iter per la costituzione di un Tavolo Operativo per una città inclusiva e accessibile. Il Tavolo sarà presieduto dall'Assessore alle Pari Opportunità Ilaria Santi e ne farà parte di diritto l’Assessore alla Salute e alle Politiche Sociali, Luigi Biancalani. Avrà una durata pari a quella della legislatura, e sarà composto da un massimo di 20 componenti residenti nel Comune di Prato che opereranno a titolo volontario, partecipando ai lavori gratuitamente, senza nessun onere a carico dell’Amministrazione Comunale.

"Il lavoro del Tavolo operativo per una città inclusiva e accessibile ha davanti a sé cinque anni di lavoro - ha dichiarato l'assessore alle Pari Opportunità Ilaria Santi – nasce per sostenere interventi e politiche locali per la costruzione di una città attenta alle differenze dei suoi abitanti, inclusiva ed accessibile e riconosce la necessità di operare per mettere in campo strategie e strumenti finalizzati a perseguire pari opportunità di accesso ai servizi, alle opportunità, ai luoghi della città che costituiscono il vivere quotidiano di ciascuno, ognuno con le proprie capacità e bisogni. Certi interventi, per la loro complessità e necessità di risorse, non possono essere estemporanei, ma devono inserirsi in una pianificazione e in una visione strategica complessiva”.

Il Tavolo svolgerà funzioni consultive e propositive sugli argomenti che a livello cittadino attengono alle tematiche della disabilità e tratterà, secondo un calendario concordato, gli argomenti che a livello cittadino attengono al tema dell’accessibilità e favoriscono l’inclusione sociale delle persone con disabilità, focalizzando l’attenzione sulla scuola. Stimolerà una maggior consapevolezza dei bisogni che scaturiscono da cittadini e cittadine con tempi e forme di accesso differenti alle attività della vita quotidiana e delle migliori modalità di risposta a tali istanze che l’A.C. può mettere in atto.

Per chi fosse interessato la candidatura o autocandidatura potrà essere presentata entro e non oltre il 20 gennaio 2020.

lI Tavolo operativo per una città inclusiva e accessibile dovrà essere composto da persone che per la loro esperienza, professione o attitudine, possono svolgere un ruolo di catalizzatrici e promuovere azioni in grado di produrre un cambiamento culturale verso un concetto inclusivo della diversità con particolare attenzione alla scuola e un cambiamento sostanziale nel modo di progettare, interpretare e fruire la nostra città.

La presentazione della domanda può avvenire in due modi:

Candidatura presentata da Associazioni, Enti privati senza fini di lucro, Organizzazioni sindacali e Ordini professionali dove è necessaria: la lettera di presentazione con il modulo candidatura allegato sottoscritta dal legale rappresentante Associazioni ed enti privati senza fini di lucro, Organizzazioni sindacali e ordine professionale, statuto dell'ente, il curriculum della/del candidata/o che evidenzi le competenze ed esperienze maturate dalla stessa nell'ambito dell’accessibilità e dell’inclusione sociale delle persone con disabilità, l'accettazione della candidatura da parte della candidata con un breve testo che indichi la motivazione personale e una copia fotostatica di un documento d’identità in corso di validità del Presidente e della/del candidata/o.

Autocandidatura presentata direttamente dalla singola persona interessata a partecipare ed è necessaria: la lettera di presentazione con il modulo autocandidatura allegato compilata dalla/dal candidata/o, un breve testo che indichi la motivazione personale, il curriculum della/del candidata/o che evidenzi le competenze ed esperienze maturate dalla stessa nell'ambito dell’accessibilità e dell’inclusione sociale delle persone con disabilità e una copia fotostatica di un documento d’identità in corso di validità della/del candidata/o.

La candidatura o autocandidatura deve essere presentata all’ Ufficio Protocollo del Comune di Prato oppure consegnata a mano all’ U.O. Pari Opportunità (via VII marzo, 15 – I° Piano – Galcetello), e va indirizzata all'Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Prato.

La Commissione di valutazione esaminerà, entro 15 giorni dalla scadenza per la presentazione delle candidature/autocandidature, le proposte e formulerà una graduatoria sulla base delle valutazioni dei curricula adottando i seguenti criteri di scelta: appartenenza ad Associazioni ed Enti privati senza fini di lucro, Organizzazioni sindacali, ordini professionali che hanno nei propri statuti principi che afferiscono al tema dell’accessibilità e favoriscono l’inclusione sociale delle persone con disabilità, focalizzando l’attenzione sulla scuola ed esperienza documentata da curriculum professionale o di volontariato nell’attivazione di buone prassi in grado di produrre un cambiamento culturale verso un concetto inclusivo della diversità e un cambiamento sostanziale nel modo di progettare, interpretare e fruire la nostra città.

Le candidature o autocandidature e la composizione del tavolo saranno valutate in modo da garantire la maggior trasversalità e pluralità di competenze, interessi ed esperienze civili e sociali.

Per informazioni: U.O. Pari Opportunità (via VII marzo, 15 – I° Piano – Galcetello) oppure telefonare al 0574 1835431

Redazione Nove da Firenze