Prandelli: è ancora amore nel giorno di San Valentino?

📲 I Conferenza Stampa - Cesare Prandelli ⚜️

La conferenza stampa del Tecnico gigliato, alla vigilia della sfida contro la Sampdoria. Ranieri: «Con la Fiorentina ritroviamo lo spirito»


Domani, ennesima tappa verità della gestione Prandelli. “Squadra organizzata e da temere, verticalizza molto e concretizza bene. Domani per noi sarà la partita più importante della stagione. Sono ottimista e chiedo ai miei ragazzi più continuità di rendimento. La squadra sta dimostrando di aver acquisito la giusta mentalità, ho visto il gruppo motivato” dichiara in conferenza stampa il tecnico gigliato, alla vigilia della sfida contro la Samp.

“Abbiamo recuperato Caceres, mentre Franck purtroppo non sarà disponibile per la partita. Il resto del gruppo si è allenato molto bene, mentalmente e fisicamente siamo pronti”. La Fiorentina è la squadra con la percentuale più bassa di tiri nello specchio in questo campionato (40.5%). Dusan Vlahovic ha realizzato sette reti nelle prime 21 partite di questo campionato. “Siamo una delle squadre che fa più cross, dobbiamo però migliorare negli inserimenti e nelle conclusioni sotto porta”. “La Società farà la sua programmazione in base ai risultati. La presenza del Presidente è gradita da tutti i ragazzi, Rocco per noi è come un padre di famiglia. Quando ha parlato alla squadra, ha toccato sempre i tasti giusti”. “In settimana ho rivisto il Pulgar che conosciamo. Erick è un ottimo calciatore. Kevin sta lavorando bene, in poche settimane sarà al cento per cento”.

La Sampdoria ha vinto la gara d’andata. Dopo l’1-1 contro il Benevento, Claudio Ranieri e la sua Sampdoria si apprestano a sfidare la Fiorentina, con l’obiettivo di ritrovare il piglio tipico dei blucerchiati. «Rivedendo la partita con il Benevento resto della stessa idea: dovevamo fare di più – commenta il mister -. Il risultato non mi interessa, ma dobbiamo dare tutto. Io conosco i miei ragazzi e so cosa mi possono fare in campo. Voglio quel cuore e quella determinazione che abbiamo fatto vedere nel finale. Con la Fiorentina troviamo un avversario con l’acqua alla gola. Nella passata stagione malgrado fossimo sotto di 3-0 senza neanche un tiro in porta cercammo il gol fino all’ultimo. E lo trovammo. Per quello non criticai la squadra, perché lo spirito era quello giusto».

«La Fiorentina sarà totalmente diversa rispetto all’andata – fa notare il tecnico - Però pure noi siamo cambiati da allora, siamo migliorati. Quella fu la prima di tre partite meravigliose. Devo ringraziare il presidente perché sono davvero contento di questa rosa che ho a disposizione: posso permettermi di usare giocatori giovani e con più esperienza e il risultato non cambia. Gabbiadini? Sta ricominciando, non è pronto ma vediamo se vuole risentire il profumo dello spogliatoio. Ferrari? In rampa di lancio, può essere già disponibile dall’inizio di domenica».

Redazione Nove da Firenze