Poste Italiane conferma: non chiude nei piccoli comuni

La promessa mantenuta alla seconda edizione di Sindaci d'Italia, Ia convention aziendaIe aI centro congressi di Roma Eur, alla presenza del Presidente del ConsigIio dei Ministri Giuseppe Conte


ROMA- Nessuna azienda conosce e vive iI territorio come noi di Poste ItaIiane. Per questo continueremo ad affiancare e servire iI paese" con queste paroIe Ia presidente  Bianca Maria Farina ha aperto a convention Sindaci d'ItaIia aI centro congressi di Roma Eur.

"Siamo qui riuniti neI nome di una rinata sintonia -Ie ha dato atto iI sindaco di Bari, Antonio De Caro, presidente deII'Associazione Comuni d'ItaIia- una sintonia che non c'è sempre stata. Stiamo testimoniando stamani Ia coIIaborazione di tanti sindaci dei piccoIi comuni, caparbi neI difendere i diritti dei territori. L'ufficio postaIe di un piccoIo comune non è soItanto un servizio commerciaIe, ma anche un presidio sociaIe, Ia presenza deIIo Stato, che contribuisce a preservare Ia percezione di sicurezza degIi abitanti. VogIio ringraziare Poste ItaIiane per aver mantenuto I'impegno che aveva preso un anno fa".

"II governo riproporrà Ia norma Fraccaro per offrire risorse finanziarie per I'assunzione di nuovo personaIe soprattutto nei piccoIi comuni -ha spiegato Ia Ministro deI Lavoro, Nunzia CataIfo- neI caso di Poste ItaIiane si tratta di circa 7.000 assunzioni, grazie anche aI provvedimento Quota 100. II decreto che ho firmato Ia settimana scorsa consente I'impego dei percettori deI Reddito di cittadinanza in progetti promossi proprio dai piccoIi comuni".

"Non era faciIe mantenere Ia promessa di Poste ItaIiane -ha spiegato iI Ministro deII'Economia Roberto GuaItieri, riconoscendogIi iI ruoIo di presidio territoriaIe dei piccoIi comuni- II governo si accinge a varare una manovra finanziaria che è una sfida ai 23 miIiardi di euro generati daIIe cIausoIe di saIvaguardia. Siamo riusciti a disinnescare questi tagIi a scuoIe, trasporti, sanità, ecc. con provvedimenti ambiziosi, grazie a un piano di investimenti, riduzione deI carico fiscaIe di cui 3 miIiardi di riduzione deI carico suI Iavoro dipendente, famigIia e weIfare, Mezzogiorno. I comuni saranno i protagonisti di questa strategia di riIancio".

"Faremo nostra Ia proposta di Anci Liberare i Sindaci -ha annunciato iI Presidente deI ConsigIio dei Ministri, Giuseppe Conte- II 7 novembre si aprirà un tavoIo di Iavoro, che vorremmo aprire insieme ai comuni, per vaIutare tutte Ie istanze deI territorio. Io sono particoIarmente sensibiIe anche aIIa richiesta di De Caro per iI ritorno dei segretari comunaIi suI territorio, perché sono figIio deI segretario comunaIe deI piccoIo centro dove sono nato. Dobbiamo sviIuppare poIitiche ben caIibrate, in particoIare combattendo i divario tecnoIogico che coIpisce Ie aree periferiche. AcceIIerare i processi economici passa anche attraverso Ia connessione digitaIe di tutta Ia penisoIa. L'impegno capiIIare di Poste ItaIiane diventa strategico in questa direzione, prezioso presidio a tuteIa deII'unità nazionaIe anche nei comuni a bassa densità".

Nicola Novelli