Rubrica — LifeStyle

Porte aperte a San Salvi: l'ex ospedale psichiatrico si racconta

In programma nella 27° edizione delle Giornate FAI di primavera


 In occasione della 27° edizione delle “Giornate FAI di Primavera”, nei giorni di sabato 23 e domenica 24, l’Azienda usl Toscana centro, con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, sarà coinvolta con l’ex ospedale psichiatrico di San Salvi. L’evento proporrà un allestimento presso due salette di villa Fabbri (Sala Autunno e Sala Primavera), con le opere e i ricordi dell’antico nosocomio, drammatico luogo della memoria di tutti i fiorentini. Nella prima sala saranno sistemate foto storiche, pubblicazioni storiche provenienti dalla biblioteca Chiarugi, un inquietante macchinario per l'esecuzione degli elettroshock e un'opera dei primi del 900 che ritrae uno scorcio di vita all'interno della struttura; mentre nella seconda verrà proiettato un filmato con la storia dell'istituzione.

Alla realizzazione dell’evento hanno collaborato: Dott. Paolo Morello Marchese - Direttore Generale Azienda USL Toscana Centro; Dott. Giancarlo Landini - Presidente Fondazione Santa Maria Nuova ONLUS; Dott.ssa Marina Farina - Referente Aziendale Patrimonio Storico Artistico, Archivistico e Documentale Storico; Ing. Guido Bilello - Direttore Patrimonio; Dott. Roberto Leonetti - Dipartimento Salute Mentale, curatore della Biblioteca Chiarugi; Sig.ra Giovanna Petrini - Collaboratore Professionale Sanitario, Educatore Professionale.

Le visite, che si svolgeranno secondo i seguenti orari: Sabato 10.00 - 17.00 (ultimo ingresso ore 17.00);

Domenica 10.00 - 17.00 (ultimo ingresso ore 17.00), saranno a cura di: Apprendisti Ciceroni I.I.S. “A. M. Enriques Agnoletti”, classi IV E e studenti della classe IV F del Liceo Scientifico (prof.sse Cetti Ruggeri e Alessandra Fineschi), I.S.I.S. “G. Vasari”, classe II BLA (prof.ssa Paola Brembilla).

In caso di grande affluenza le code potrebbero venire sospese prima dell’orario di chiusura indicato. Sono comunque previsti accessi prioritari per iscritti FAI con possibilità di iscriversi in loco.

Per le quote d’iscrizione e possibili variazioni del programma è possibile consultare il sito www.giornatefai.it

Redazione Nove da Firenze