Porrettana: da lunedì 10 agosto riprendono i collegamenti quotidiani

Fino al 25 ottobre treni ogni domenica e anche il giorno di Ferragosto. Raddoppio Granaiolo-Empoli: via ai lavori nel 2022


Da lunedì 10 agosto riprendono i collegamenti ferroviari quotidiani con la Porrettana. Il servizio, interrotto lo scorso marzo a causa del Covid-19, aveva già ripreso in forma sperimentale solo di domenica, con l’intento di favorire una fruizione turistica della linea con un collegamento diretto da Firenze verso la montagna, mentre dal 13 luglio al 9 agosto, durante i giorni feriali, il servizio era stato sospeso – e sostituito dagli autobus presenti nella zona della stazione di Pistoia – per permettere i lavori alla rete ferroviaria. Da lunedì, pertanto, si rafforza l'offerta delle corse durante la settimana. Nel giorno di Ferragosto e domenica 16 agosto sono previsti treni diretti da Firenze Santa Maria Novella a Porretta Terme senza cambi, collegamenti che proseguiranno ogni domenica fino al 25 ottobre. Il treno potrà ospitare un totale di 150 posti a sedere disponibili (si tratta del 50 per cento dei posti offerti), con possibilità di trasporto bici e partirà da Firenze alle 8.44 per raggiungere Porretta Terme alle 10.15. Durante la giornata verranno effettuate varie corse fra Porretta Terme e Pistoia, servendo tutte le stazioni della tratta. L'ultimo treno partirà da Porretta Terme alle 18.24 per arrivare a Firenze SMN alle 20.08. Nella tratta Firenze-Pistoia fermerà a Rifredi, Sesto, Prato Centrale, Prato Porta al Serraglio, Montale. L'accesso al treno avverrà con titolo di viaggio ordinario.

L'assessore al turismo e alle politiche di collina e montagna ha espresso soddisfazione per la ripartenza delle corse ferroviarie utili per i turisti che vogliono trascorrere periodi in montagna, ma anche per i pendolari che si muovono da questi luoghi quotidianamente per lavoro. L'assessore ha anche sottolineato che per la festività di Santa Maria Assunta in Cielo sarà possibile viaggiare sul treno e approfittare per trascorrere qualche giorno nelle belle località della montagna alla scoperta di luoghi incantevoli immersi nella natura, uscendo dal caldo delle città. Chi proviene da Firenze e dall'area metropolitana – ha proseguito l'assessore - potrà cogliere anche l'occasione di per scoprire il centro storico di Pistoia, borghi come Castagno, frazioni da cui passano importanti cammini come Piteccio e Sammommè, stazioni antiche come quella di Pracchia fino ad arrivare al luogo prediletto dello scrittore Tiziano Terzani, Orsigna, dove si possono ammirare gli essiccatoi in cui si produce la farina di castagne.

Il raddoppio del tratto ferroviario Granaiolo-Empoli lungo la linea Firenze-Siena, da tanto atteso, si farà. Il raddoppio porterà a notevoli vantaggi sulla linea Firenze-Siena: il numero dei collegamenti ferroviari potrà essere incrementato e miglioreranno la regolarità e la puntualità dei servizi, a vantaggio delle centinaia di lavoratori, studenti e turisti che quotidianamente si spostano lungo la tratta. Infine, contestualmente ai lavori per il raddoppio saranno svolti quelli per elettrificare questa parte della linea. L'opera interesserà circa 10 dei 63 km della linea ferroviaria Empoli-Siena, 28 dei quali già a doppio binario tra Granaiolo e Poggibonsi. Nel dettaglio, tra Granaiolo ed Empoli l’attuale linea a singolo binario sarà raddoppiata in affiancamento, con completo rinnovo della sede ferroviaria per estesi tratti. I lavori prevedono anche la soppressione di tutti e 13 i passaggi a livello presenti tra le due località, con realizzazione di viabilità stradali alternative, in modo tale da garantire maggiore sicurezza anche agli automobilisti. In programma anche importanti opere di mitigazione idraulica relative ai tratti di nuovo tracciato che attraverseranno i bacini fluviali dell’Arno e dell’Elsa. L’inizio dei lavori è previsto per il 2022, dopo la conclusione degli iter autorizzativi del progetto e la gara d'appalto per l'affidamento dei lavori. Stimata una durata di circa 4 anni, con attivazione della nuova infrastruttura nel 2026. L’investimento previsto per il raddoppio tra Empoli e Granaiolo è di 167 milioni di euro. Mentre quello per l’elettrificazione di tutta la tratta Empoli – Siena è di 100 milioni di euro. Entrambi gli investimenti sono finanziati da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).

Redazione Nove da Firenze