Ponte Vespucci: parte la messa in sicurezza del pilone 'scalzato'

Da martedì i lavori propedeutici ordinati da Palazzo Vecchio


Partiranno martedì 28 agosto i lavori propedeutici alla messa in sicurezza de pilone 'scalzato' di Ponte Vespucci a Firenze. Si tratta di lavori programmati da tempo e già affidati a luglio, che si svolgeranno in due fasi: la prima da settembre a novembre, la seconda in primavera. I lavori si sono resi necessari perchè la pila sinistra del ponte è risultata, ad esami approfonditi e anche subacquei, 'scalzata' dalla corrente del fiume Arno. Il cantiere che si apre martedì prevede il divieto di sosta sul lato destro in direzione San Frediano dalle 9 del 28 agosto alle 20 del primo settembre. Saranno effettuati sondaggi a carotaggio continuo per l'esatta ricostruzione stratigrafica del terreno e per il prelievo di campioni tramite una macchina perforatrice che raggiungerà una profondità di circa 15 metri sotto il letto del fiume. Tale indagine servirà alla realizzazione del palo elicoidale di prova che è stato scelto nel progetto di risanamento delle fondazioni della pila. Si prevede di realizzare circa 100 pali ampliando la platea di fondazione della pila stessa. Il cantiere costerà in tutto un milione e 450 mila euro.

Redazione Nove da Firenze