Ponte a Niccheri, nascite in controtendenza: il 2020 batte il 2019

La millesima nata, Anita, è venuta alla luce il giorno di Natale


Firenze – Ha toccato i mille parti il Punto Nascita del Santa Maria Annunziata (Osma) e si chiama, Anita, la millesima neonata ed è venuta alla luce proprio nel giorno di Natale. Un grande regalo non solo per i genitori ma anche per gli operatori dell'area materno infantile dell'ospedale di Ponte a Niccheri che hanno festeggiato il record che, al momento, sembra assoluto: il Punto Nascita dell'Osma è per ora l'unico tra i sette dell'Azienda USL Toscana centro dove si registra un aumento delle nascite rispetto al 2019; il dato sarebbe, addirittura, per ora anche in controtendenza con i dati regionali e nazionali.

L'altro Punto Nascita aziendale, per il momento, con un aumento dei nati rispetto all'anno scorso è il San Giuseppe di Empoli.

Soddisfazione all'ospedale di Ponte a Niccheri per il ritorno all'aumento della natalità nonostante le difficoltà legate alla pandemia. Un dato di grande soddisfazione in quanto rappresenta l'espressione di una crescita intorno al 5% con una bassa incidenza di parti cesarei.

"Credo che questo sia potuto accadere - ha sottolineato Alberto Mattei, direttore di ostetricia e ginecologia - grazie alla grande dedizione del gruppo delle ostetriche, che oltre all'aspetto professionale curano moltissimo e spontaneamente il rapporto umano, ricordando che l'esperienza parto non è un atto di sola medicina , ma soprattutto il momento più alto della vita di una coppia. Gli anestesisti, i pediatri e i ginecologi collaborano a questo percorso che evidentemente è apprezzato dalle coppie".

Nel 2019 all'Osma i parti erano stati 980. 

Redazione Nove da Firenze