Pneumatici, vetro e plastica nel sottobosco del Chianti

Greve: i giovani del Ris e la giunta a caccia di rifiuti. Riempiti di rifiuti differenziati circa quaranta grandi sacchi


GREVE IN CHIANTI, 17 gennaio 2020. Dal gesto di irresponsabilità di chi lascia i rifiuti dove capita possono nascere azioni virtuose che al contrario investono il proprio tempo nella cultura sostenibile a favore della collettività. Una quarantina di sacchi blu, pieni di rifiuti differenziati, sono stati riempiti e posizionati da un numeroso gruppo di volontari ambientali lungo la strada provinciale 33 fino all’incrocio con la Chiantigiana 222. 

E’ il bilancio della giornata di pulizia straordinaria che il gruppo dei giovani RIS, supportati dalla presenza della giunta comunale al completo, ha vissuto e condiviso come esperienza di alto valore civico. 

Da un lato la constatazione che il fenomeno degli atti incivili legati all’abbandono dei rifiuti, anche ingombranti, disseminati nel cuore della campagna fiorentina non risparmia i boschi e le colline del Chianti, alcuni dei siti di interesse paesaggistico più famosi al mondo, dall’altra la piena consapevolezza che occorre agire, dedicare tempo, risorse e attenzione alla cura e al rispetto del patrimonio ambientale nell’intento di cambiare le cose e vivere meglio. Ragazze e ragazzi di Greve, Strada e Firenze si sono ritrovati con il sindaco Paolo Sottani e gli assessori Simona Forzoni, Lorenzo Lotti, Paolo Stecchi e Ilary Scarpelli per rafforzare l’obiettivo comune di fare qualcosa di simbolico e concreto allo stesso tempo per l’equilibrio ecologico del territorio, di rendersi utile per tenere pulito e vivibile il luogo in cui vivono e crescono. Armati di pettorina gialla, guanti e pale i 30 volontari si sono addentrati tra i sentieri e hanno setacciato ogni angolo del bosco che costeggia la Greve, in corrispondenza del Passo dei Pecorai fino al bivio per Chiocchio, all’incrocio con la Chiantigiana SS 222.

“Percorrendo circa 3 Km lungo la provinciale – dichiara il sindaco Paolo Sottani – abbiamo trovato di tutto, pneumatici sotterrati, pezzi di elettrodomestici smantellati, come televisioni e lavatrici, bottiglie di plastica e vetro e una consistente quantità di rifiuti indifferenziati. E’ stata una bellissima esperienza che ci ha dato modo di conoscere e apprezzare ancora più il gruppo dei Ris e il loro impegno a tutela dell’ambiente, ragazzi che per noi sono un esempio di civiltà, considerato che a soli venti anni preferiscono trascorrere buona parte del loro tempo libero, la domenica, a compiere un’azione che trasmette fiducia e fa crescere il seme della cittadinanza attiva. Non è solo un piacere ma un dovere sostenere e accompagnare la visione del fare di questa bella espressione di volontariato civico”.

“Ogni domenica sono sempre più numerosi e sorridenti – aggiunge l’assessore Simona Forzoni - la loro passione per le tematiche ambientali è contagiosa e rappresenta un punto di orgoglio per il territorio. Mi auguro che altri giovani e adulti seguano il loro esempio anche in vista della prossima uscita che il Comune ha organizzato per il 16 febbraio in cui Ris raccoglieranno i rifiuti nell’area di Meleto insieme ai bambini della Baseball Chianti”. I Ris organizzano uscite ecologiche ogni domenica e sono iscritti al registro dei volontari civici istituito dal Comune di Greve in Chianti.

Redazione Nove da Firenze