Piccoli chef in cucina con Siaf

Bagno a Ripoli - "In cucina con Siaf", 1° classificato

A Bagno a Ripoli premiati i vincitori della “gara” di muffin di zucca. Dopo la sfida ai fornelli, svelati ieri i nomi dei giovani cuochi della III E della Redi autori dei piatti giudicati migliori


Non solo Masterchef, con Siaf le sfide ai fornelli approdano alla scuola media Redi di Bagno a Ripoli. Prima di Natale la società di refezione scolastica del Comune che ogni giorno prepara il pranzo per 1600 bambini ha lanciato il contest “In cucina con Siaf” tra i ragazzi della III E, invitando gli alunni a preparare a casa dei muffin di zucca con una ricetta presentata (e gustata) in classe. Ieri sono stati svelati i nomi dei vincitori, selezionati da una giuria composta dagli operatori di Siaf, dal personale dei servizi educativi del Comune e dagli insegnanti, tra un ventaglio di cinque finalisti. I ragazzi sono stati chiamati a realizzare un video che seguisse passo passo tutta la preparazione del piatto. Dalla scelta delle materie prime fino al piatto finale. Con la possibilità di aggiungere fantasia e creatività, personalizzandolo a piacimento.

Ad aggiudicarsi il podio sono i piccoli “masterchef” Luciano Simoni, Jahayra Pomacarhua e Tommaso Gallo, seguiti a stretto giro da Viola Fossati e Jago Ranfagni. Ai cinque finalisti, Siaf e il Comune hanno donato una maglietta con il logo della “gara” #InCucinaConSiaf. Al terzo classificato è spettato anche il ricettario di Siaf “La Comunità del cibo”, la medaglia d’argento si è aggiudicata anche un grembiule da cuoco, mentre il primo arrivato ha conquistato anche un cappello da chef.

“Sono stati premiati – spiegano gli operatori di Siaf– la scelta delle materie prime, che qualcuno ha potuto attingere direttamente dall’orto di casa, il rispetto delle procedure igieniche, la valorizzazione degli ingredienti e l’originalità. Al di là del podio, il contest ha riscosso un grande successo, la risposta degli studenti è stata davvero entusiasmante e la partecipazione altissima. E dobbiamo constatare che tra gli studenti della III E potrebbe davvero emergere qualche talento dei fornelli”.

“Se con iniziative come questa – spiegano il sindaco Francesco Casini e l’assessore alla scuola Francesco Pignotti – riusciamo a insegnare ai nostri bambini quanto è importante la qualità di ciò che mangiamo, evitare gli sprechi in cucina e considerare il pasto e la sua preparazione momenti educativi fondamentali, allora vinciamo tutti come comunità. Un ringraziamento a Siaf, sempre in prima linea nelle nostre scuole per diffondere la cultura di una comunità del cibo”.

Redazione Nove da Firenze