Rubrica — Spettacolo

Persiana Jones in concerto all’Auditorium Flog

Persiana Jones

Domani sabato 16 marzo, ore 21.30. A seguire rockoteca con Lucille Dj


I Persiana Jones tornano sul palco dell'auditorium Flog W Live di Firenze sabato 16 marzo, e in tour in Italia con il nuovo progetto Ancora!, un Ep in uscita a marzo per Uaz Records. 

Trent’anni di attività, più di 1200 concerti tra Italia e Europa e 500.000 km percorsi, i Persiana Jones, sono tornati in studio a distanza di tre anni, per celebrare i tre decenni della loro carriera con un nuovo EP. Il progetto è la continuazione del lavoro iniziato nel 2013 con C M Yellow, che prevedeva l’uscita di tre EP nell’arco di 3 anni. Lo stile di Ancora! è quello che contraddistingue i Persiana Jones: ritmi in levare e chitarre distorte, campionamenti e scratch, potenti riff di fiati e l’energia di una band che riesce a convogliare la potenza dei live anche in studio di registrazione.

I Persiana Jones sono Silvio Carruozzo alla voce, Bob Marini chitarra e cori, Beppe Carruozzo basso e cori, Whito De Grazia chitarra e cori, DJ Ciaffo scratch & noise, Maurizio “il gatto” Planker alla batteria, Yomar “el perro” Cardoso al trombone e cori, Paolo “De Angelo Parpaglione sax e cori e Stefano Cocon alla tromba. Nascono nel 1988 a Rivarolo Canavese, a pochi chilometri da Torino, con il nome di “Persiana Jones e le tapparelle maledette”, e si mettono presto in luce come una delle migliori band Ska italiane. Nel ’90 esce, prodotto da Madaski, “Impazzire”, disco contenente quattro brani che a sorpresa vende oltre 3000 copie. Due anni dopo il gruppo passa per la prima volta in televisione in occasione di un concerto tenuto all’Olimpico di Roma davanti a 15 mila persone. Dal ’94 in avanti i Persiana Jones intensificano l’attività discografica e le presenze in radio e in televisione. Intanto le lusinghiere critiche d’oltre confine fanno si che la band vada in tournèe in Austria e Germania, dove si esibisce con i migliori gruppi europei del genere ska. Nel solo 1998 i Persiana tengono in giro per l’Europa ben 123 date del “Brivido caldo tour”.
Anno 2001, esce “Agarra la Onda”. Il suono della band diviene ancora più potente: i fiati passano in secondo piano e lasciano spazio alle chitarre, per un mix di ska-core e punk-rock. Il disco entra immediatamente nelle play-list delle radio universitarie americane e europee.
Il tour di lancio di “Agarra la Onda” tocca quota 330 mila spettatori. In seguito i cinque musicisti iniziano una frenetica (e inarrestabile, oltre che fortunata) attività festivaliera in giro per tutta Europa.

Ingresso € 12 (ridotto € 8 + dp in prevendita)
Prevendite @TicketOne 

Redazione Nove da Firenze