Parco Archeologico di Baratti e Populonia, scavi al "balneum"

Fino al 12 luglio studenti delle Università di Siena e di Toronto lavoreranno per riportare alla luce parte dell'edificio (II-I secolo a.C.) e restaurarne le strutture


E’ iniziato questa settimana e si protrarrà fino alla metà di luglio uno scavo all’Acropoli di Populonia nato dalla collaborazione tra Parchi Val di Cornia SpA, Soprintendenza e le Università di Siena e di Toronto. Lo scavo, realizzato grazie a un finanziamento regionale con la partecipazione del Comune di Piombino, vedrà impegnati studenti di archeologia dei due atenei e riguarderà l’area sopra le Logge, in particolare il balneum, l'edificio termale che sorgeva a fianco degli ambienti in cui nel 1841 fu trovato il mosaico con fondo marino, oggi esposto al Museo Archeologico di Piombino.

L’intervento consentirà di riportare alla luce parte dell’edificio e di procedere al restauro delle strutture di questo balneum datato, al momento, tra il II e il I secolo a.C.

Per coinvolgere i visitatori del Parco archeologico di Baratti e Populonia nelle scoperte che verranno portate alla luce durante lo scavo, dal 29 giugno al 12 luglio (tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle ore 16) sarà possibile fare una visita speciale agli scavi guidati dagli archeologi dell’Università di Siena e dell’Università di Toronto.

Info: tel. 0565 226445 – www.parchivaldicornia.it

Redazione Nove da Firenze