Palazzo Vecchio, il centrodestra prova a compattarsi

Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia hanno dato vita al "coordinamento dei gruppi del centrodestra", novità per Firenze. Bocci designato coordinatore. Incontro con la Bundu e i 5 stelle per chiedere collaborazione dal punto di vista istituzionale


(DIRE) Firenze, 14 giu. - Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia daranno vita "al coordinamento dei gruppi del centrodestra" come previsto dal regolamento del Consiglio comunale di Firenze "per lo svolgimento in comune dell'attività politico istituzionale".

Lo annunciano Ubaldo Bocci, candidato a sindaco del centrodestra, Jacopo Cellai, Mario Razzanelli di Fi, Alessandro Draghi di FdI e Federico Bussolin del Carroccio. Della decisione, spiegano una volta terminato il vertice odierno, "daremo formale comunicazione al presidente del Consiglio nella prima seduta indicando Bocci come coordinatore".
Il coordinamento del centrodestra "è una novità nella politica di Palazzo Vecchio ed è un segnale chiaro e forte per i nostri elettori, per i nostri avversari e per la città dopo il risultato elettorale: affrontare insieme le grandi scelte e le questioni principali che ci troveremo ad affrontare ripartendo dal centrodestra unito".

Non solo. "Ieri ho incontrato Antonella Bundu e oggi mi vedrò con i 5 Stelle. All'opposizione, infatti, toccano una serie di responsabilità, come la presidenza di due commissioni e la vicepresidenza del Consiglio comunale. E a me piacerebbe che il centrodestra non dicesse è tutto mio perché ha 10 consiglieri rispetto ai 2 del M5s e i 2 della sinistra", spiega Bocci intervenendo a Lady Radio. Niente patti politici, visto che "ci sarà la nostra opposizione, quella a sinistra di Nardella e il Movimento 5 Stelle". Tuttavia dal punto di vista istituzionale, Bocci punta ad una collaborazione: "Troverei sbagliato il contrario".

Redazione Nove da Firenze