Ospedale di Torregalli, novità per il parcheggio

Accordo col Don Gnocchi. Entro un paio d'anni area sosta anche nella parte posteriore?


Firenze – Continua ancora in questi giorni l’impegno dell’Azienda sanitaria e della direzione di presidio per la sistemazione definitiva dei parcheggi dell’ospedale San Giovanni di Dio. Il primo step al momento in corso di definizione, è l’accordo tecnico con il Centro di riabilitazione Don Gnocchi che porterà alla firma di una convenzione con l’Azienda per destinare parte del parcheggio del Centro nella disponibilità dei visitatori che si recano in ospedale. L’area individuata e per la quale occorrerà realizzare un varco per il passaggio, è quella adiacente al parcheggio dell’ospedale utilizzato dagli utenti, attualmente vicino all’ingresso principale. 

Gli stalli di sosta dell’ospedale nel parcheggio del Don Gnocchi, saranno a pagamento sulla base delle tariffe già praticate dal Centro. I tempi tecnici per realizzare l’intervento, sono quelli richiesti dalle pratiche urbanistiche e dai permessi (fra cui anche quello della Soprintendenza) ma l’Azienda conta di poter avviare i lavori a novembre.

L’accordo con il Don Gnocchi è la soluzione ponte che consentirà contemporaneamente all’intervento nel parcheggio del Centro, di iniziare la sistemazione del parcheggio nell’area adiacente all’Aula Muntoni, storicamente dedicata ai dipendenti. L’obiettivo è far diventare questa area, zona parcheggio ad esclusivo uso dei lavoratori dell’ospedale.

Il secondo step riguarda il parcheggio per i visitatori che dopo la scadenza della convenzione di appalto con il precedente gestore, è rimasto incustodito. Per questo parcheggio l’Azienda ha già avviato con Estar la gara per la concessione dell’appalto che riporterà il parcheggio a pagamento, con tariffe probabilmente in linea con quelle degli altri ospedali aziendali fiorentini.

Ultimo passaggio che disciplinerà in maniera definitiva tutto l’accesso e i parcheggi del San Giovanni di Dio, è la previsione entro un paio di anni di poter utilizzare a parcheggio anche l’area posteriore dell’ospedale, contigua con l’attuale area di sosta per i visitatori, aumentando così di almeno del 50% gli stalli di sosta a pagamento.

Redazione Nove da Firenze