Nuovo governo: De Micheli e Franceschini ottima scelta per Nardella

Le nomine dei nuovi ministri ai Trasporti/Infrastrutture e Beni culturali/Turismo sono "buone notizie" per Firenze. "Mi aspetto un cambio di prospettiva su aeroporto, alta velocità e ci auguriamo di poter rivedere la riforma dei musei". Soddisfatto anche il governatore Rossi: "Novità importanti"


(DIRE) Firenze, 4 set. - "Conosco e stimo Paola De Micheli e sono certo che segnerà un cambio di prospettiva del ministero rispetto alle due grandi questioni infrastrutturali della nostra città: aeroporto e alta velocità". Lo sottolinea il sindaco di Firenze Dario Nardella, commentando il nuovo governo Conte ponendo l'accento non solo sulla promozione di Paola De Micheli ai Trasporti e alle Infrastrutture, ma anche applaudendo il ritorno di Dario Franceschini ai Beni culturali e al Turismo: "Oltre all'opportuno ritorno del turismo con la cultura dopo l'accorpamento con le politiche agricole, con Dario Franceschini ci auguriamo di poter rivedere la riforma dei musei per scongiurarne gli effetti penalizzanti verso la nostra città".

Insomma, "per Firenze buone notizie in particolare su cultura, turismo e infrastrutture".
Detto questo, conclude, "mi auguro che sia il governo del fare, con grande attenzione ai territori, soprattutto su ambiente, infrastrutture, giovani e lavoro. Mi aspetto che questo governo dia grande rilievo al ruolo delle città e porti a termine una riforma delle autonomie che veda i sindaci protagonisti".
(Dig/ Dire)

Soddisfatto anche il Governatore della Toscana Enrico Rossi: «Ci sono importanti novità dentro questo governo, a cominciare da Roberto Gualtieri all'Economia che conosco e stimo per la sua competenza e il suo impegno in Europa. Anche il cambiamento alle Infrastrutture è una buona notizia: la delega affidata a Paola De Micheli può rappresentare un cambio di passo sulle tante questioni aperte in Toscana. Il Partito Democratico esprime inoltre altri nomi di rilievo come Enzo Amendola agli Affari europei, Peppe Provenzano al Sud, Francesco Boccia agli Affari regionali, Teresa Bellanova all'Agricoltura. Positivo anche il rientro di Dario Franceschini perché con lui in Toscana abbiamo lavorato bene. Infine, saluto volentieri la nomina alla Salute di Roberto Speranza che è stato eletto proprio nella nostra Regione per Liberi e Uguali. Ora è tempo che il governo si metta al lavoro».

Redazione Nove da Firenze