Nuovi casi Covid in Toscana: 523 su 7.909 test

ph Facebook Comune Chiusi

Giani anticipa alcuni dati di oggi 8 febbraio 2021. Il tasso dei nuovi positivi è 6,61% (12,1% sulle prime diagnosi). Anselmi: "Il dato del lunedì è sempre da prendere con cautela e l’incidenza dei casi sui tamponi esaminati tende sempre ad essere più alta". Scaramelli: "Ristori per le zone rosse comunali". A Chiusi l'operazione sanitaria Territori Sicuri è iniziata


"Teniamo alta l’attenzione, continuiamo a portare sempre la mascherina e restiamo responsabili. Coraggio Toscana!

I nuovi casi registrati in Toscana sono 523 su 7.909 test di cui 5.782 tamponi molecolari e 2.127 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 6,61% (12,1% sulle prime diagnosi)".

Così il presidente della Toscana Eugenio Giani anticipa alcuni dati di oggi lunedì 8 febbraio 2021. L'inizio di una settimana che vede la Toscana tra le regioni più a rischio di tornare Arancione da Gialla come è ormai da cinque settimane consecutive.

"Il dato del lunedì - sottolinea il consigliere regionale Gianni Anselmi - è sempre da prendere con cautela e l’incidenza dei casi sui tamponi esaminati tende sempre ad essere più alta. Aspettiamo domani per capire se la tendenza al leggero rialzo dei giorni scorsi sarà confermata e in che misura. Lunedì scorso - ricorda ancora - erano 373, e il rapporto 9,7%. Lunedì 25 gennaio 422, e il rapporto 13,4%"

Per quanto  riguarda le vaccinazioni, la Toscana è la 9ª regione, con l’89,7% di dosi somministrate (152.057 su 169.530).

Intanto, in una Toscana Gialla, Chiusi è Zona Rossa con tutte le problematiche, anche economiche, del caso. "Ristori per le zone rosse comunali", chiede a questo riguardo Stefano Scaramelli, vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, che interviene sulla necessità di stanziare ristori per singoli territori che all'interno della regione entrano in lockdown totale.
"I criteri dei ristori per i Comuni che all'interno del territorio regionale cambiano colore entrando in zona più restrittiva - spiega Scaramelli - siano stabiliti con un atto del Consiglio regionale da approvare quanto prima. Oggi abbiamo Chiusi, in provincia di Siena, che all'interno della Toscana gialla entra in zona rossa, ma nelle prossime settimane potrebbero esserci - continua Scaramelli - altre realtà comunali. Serve attivarsi velocemente. La risposta dei cittadini di Chiusi al progetto regionale 'Toscana sicura' con i tamponi alla popolazione è un ottimo segnale e indica la collaborazione attiva al contenimento del virus. La città deve essere accompagnata anche dal punto di vista economico per arginare le ricadute negative sul tessuto sociale ed economico".
La proposta di Scaramelli è modulare i ristori in base al colore della zona, non solo per i territori comunali che entrano in zona rossa ma anche per quelli che potrebbero entrare in zona arancione all'interno del contesto regionale di diverso colore.
"Auspico - conclude Scaramelli - un attimo unanime di tutte le forze politiche e l'erogazione urgente delle risorse da parte della Giunta regionale per dare risposte tempestive alle attività economiche per i mancati introiti".

Tutto questo mentre proprio oggi a Chiusi l'operazione sanitaria Territori Sicuri è iniziata. "Tutto si sta svolgendo come da procedura - sottolineano dal Comune della Città etrusca - e soprattutto al massimo della sicurezza. Grazie di cuore a tutte le persone che stanno lavorando per la nostra sicurezza. Siamo in tanti ad aver prenotato, ma dobbiamo essere ancora di più. Per prenotarsi basta accedere a questo link https://territorisicuri.sanita.toscana.it/".

Redazione Nove da Firenze