Novoli e via Baracca: clienti ai tavoli, chiusi due ristoranti

L’esito dei controlli effettuati ieri sera e oggi dalla Polizia municipale. Sanzione da 400 euro e chiusura per 24 ore. Fermato dalla Polizia di Stato dopo un inseguimento per le vie di Novoli, giustifica il suo spostamento notturno “per comprare droga”


Clienti serviti ai tavoli nonostante i divieti previsti dal DPCM. Per questo la Polizia Municipale ha multato oggi due attività di ristorazione e ieri un bar. Per i tre locali, oltre alla sanzione da 400 euro, è scattata anche la chiusura per 24 ore. Al momento infatti le regole della zona arancione consentono per bar e ristoranti soltanto la vendita da asporto o la consegna a domicilio. Il primo intervento di oggi è avvenuto dopo le 12.30 in zona del Mercato Ortofrutticolo. Gli agenti hanno trovato all'interno del locale alcune persone sedute ai tavoli con cibo e bevande. Gli agenti si sono trovati di fronte alla stessa scena durante il secondo intervento, avvenuto un’ora dopo circa in zona via Baracca. Nel locale erano presenti 14 clienti seduti a più tavoli: alcuni erano già stati servizi alimenti e bevande, altri avevano fatto l’ordinazione dal cameriere ed erano in attesa dell’arrivo del cibo. Passando all’intervento di ieri sera, gli agenti hanno effettuato un controllo in un bar in zona Ponte alle Mosse dove alle 19.30 hanno trovato cinque clienti che consumavano bevande in bicchieri di vetro: tre erano seduti ai tavolini, due in piedi al banco.

La notte tra lunedì e martedì scorso uno scooterista non si è fermato all’ALT della Polizia di Stato, dandosi pericolosamente alla fuga per le strade di Novoli. Il conducente del mezzo, un fiorentino di 53 anni, raggiunto e fermato dopo un movimentato inseguimento, ha motivato il gesto e giustificato agli agenti il suo spostamento notturno dopo le ore 22.00, dichiarando sull’autocertificazione che era fuori per comprare della droga. Intorno alle una di notte l’uomo ha attirato l’attenzione di una volante della Questura di Firenze, mentre viaggiava nella zona di viale Guidoni a bordo di uno scooter con il faro posteriore fuori uso. Appena la pattuglia si è avvicinata per il controllo, il 53enne ha accelerato, collezionando in poco tempo una serie di infrazioni al codice della strada, oltre alla sanzione per la violazione sulle vigenti prescrizioni per il contenimento del Covid-19. Per quanto riguarda la sua fuga spericolata l’uomo è stato denunciato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Redazione Nove da Firenze