Non chiuderà l’ufficio postale di Settignano

Falomi e Nannelli (PD): “Risultato straordinario di tutti i livelli amministrativi e dei cittadini”


L’ufficio postale di Settignano non chiuderà. È l’assessore al lavoro Federico Gianassi ad annunciare ufficialmente lo stralcio, da parte di Poste Italiane, dell’ufficio postale 36 dall’elenco di quelli da chiudere. “Si tratta di un risultato importante, il frutto di un lavoro che ha visto istituzioni e cittadini impegnati fianco a fianco per scongiurare questa chiusura che tanto allarme aveva suscitato nella popolazione”. L’assessore Gianassi ha ripercorso la vicenda ricordando come, all’inizio di febbraio, Poste Italiane aveva scritto ai sindaci italiani per comunicare di aver predisposto un piano di razionalizzazione che prevedeva la chiusura di una settantina uffici postali (tra cui Settignano) e il ridimensionamento per trentacinque nella sola Toscana. “Questa comunicazione ha creato un grande allarme tra i sindaci e come Amministrazione ci siamo attivati, anche ufficialmente, evidenziando come la chiusura dell’ufficio di Settignano fosse inaccettabile. Abbiamo quindi lavorato con il Quartiere 2, gli altri comuni e l’Anci Toscana; abbiamo lavorato con il Governo e abbiamo chiesto a Poste Italiane il ripensamento della decisione”. 

L’assessore ha aggiunto che il piano di razionalizzazione è stato sospeso a marzo e che, recentemente, Poste Italiane ha presentato un nuovo piano con numero elevato di chiusura ma nell’elenco è stata esclusa Firenze e l’ufficio di Settignano. “È un successo molto importante. Lavorando insieme siamo riusciti a scongiurare la chiusura che preoccupava molto istituzioni e cittadini”.

“Un risultato straordinario di tutti i livelli amministrativi, un gesto concreto di vicinanza ai cittadini, con riguardo particolare per le persone anziane e per tutti coloro che utilizzano i servizi di Poste Italiane”. Così i consiglieri PD Niccolò Falomi e Francesca Nannelli commentano l’ufficializzazione della notizia che l’ufficio postale di Settignano-Ponte a Mensola è uscito dal piano di razionalizzazione di Poste Italiane e dunque resterà aperto, notizia riportata oggi in Consiglio comunale dall’assessore Gianassi.
“Dalla Regione fino al Consiglio di Quartiere, passando per il Comune, tutti hanno fatto la propria parte per raggiungere il risultato, una bella notizia per tutti. In particolare vogliamo ringraziare l’assessore Gianassi, il presidente del Q2 Pierguidi e i cittadini di Settignano e Ponte a Mensola che si sono auto-organizzati e sono stati molto attivi in tutta la vicenda” hanno concluso i consiglieri.

Redazione Nove da Firenze