Nogarin annuncia di correre nelle primarie 5 Stelle per le Europee di maggio

Anche il presidente del Consiglio comunale di Livorno in lista per Bruxelles. La segretaria regionale del Pd, Simona Bonafé: "Scappa perché sa che avrebbe perso le elezioni comunali"


(DIRE) Firenze, 20 feb. - "Non scappo dal processo, non ci penso lontanamente, sono assolutamente convinto della mia innocenza. Sono pronto a dimostrare la mia innocenza nei posti dove lo si fa normalmente, davanti ai giudici. Sono pronto a rinunciare all'immunita' parlamentare per dimostrare la mia innocenza". Lo afferma il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, rispondendo a una domanda nel corso di una conferenza stampa in merito all'inchiesta sull'alluvione del settembre 2017 che lo vede come il principale indagato per omicidio plurimo colposo. Nogarin nel colloquio dei giornalisti ha annunciato di aver deciso di correre nelle primarie interne ai 5 Stelle, le parlamentarie, per correre alle Europee di maggio.

"La mia speranza e' che Stella Sorgente possa continuare il percorso intrapreso in questi 5 anni. Spero nella sua investitura". Lo spiega il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, nel corso di una conferenza stampa. Nogarin fa sapere di volersi candidare alle parlamentarie dei 5 Stelle per correre alle Europee nella circoscrizione Italia Centrale. Per la sua successione in vista delle amministrative di primavera vede di suo gradimento l'attuale vicesindaco, Sorgente. La quale rispondendo ai giornalisti precisa che comunque ci sara' un confronto con gli attivisti: "Io incoronata? Assolutamente no. Dobbiamo fare dei passaggi ulteriori con la base. Ci prenderemo qualche giorno di tempo". In ogni caso, specifica, continuero il mio impegno politico per la citta', sia come singolo che come gruppo. Credo che ci siamo impegnati moltissimo in questi anni e dobbiamo fare il possibile per proseguire un percorso, potenziando i risultati raggiunti e inseguendone di nuovi". L'approccio seguito, del resto, "e' sempre stato quello della condivisione con gli attivisti- conclude-. Non ci piacciono le incoronazioni".

Anche il presidente del Consiglio comunale di Livorno, Daniele Esposito, tenta la strada delle parlamentarie del Movimento 5 Stelle per le elezioni Europee. Lo annuncia nel corso della conferenza stampa convocata dal sindaco Filippo Nogarin, che ha ufficializzato di non voler correre per un secondo mandato. "Il percorso chiaramente e' diverso da quello che potra' fare Filippo accanto a me, e' un percorso personale- spiega Esposito-. Dopo 5 anni di amministrazione in Comune voglio vedere se questo mio lavoro e' visto dagli attivisti 5 Stelle regionali e nazionali come concreto o meno. Mi voglio misurare. Non ho nessuna velleita' di andare in Europa, non credo di avere le possibilita' in termini di voti".

"Nogarin scappa da Livorno. Aveva vinto le elezioni con grandi promesse e aspettative, ma oggi, dopo aver illuso i livornesi, li saluta, consapevole che l'esame delle urne alle comunali avrebbe consentito ai cittadini di dare un giudizio sui suoi disastrosi 5 anni di governo". Lo afferma la segretaria regionale del Pd, Simona Bonafe'. "Scappa perche' sa che avrebbe perso le elezioni- aggiunge-. Se ne va lasciando una citta' con tutti i suoi problemi irrisolti e piu' isolata. Avevano promesso il cambiamento, non hanno cambiato nulla". Bonafe' stronca l'operato della Giunta Nogarin: "Hanno cambiato solo le poltrone che contano con nomi a loro vicini, cercando una scorciatoia con tanto di immunita' anche di fronte ai procedimenti giurisdizionali che li attendono". Nogarin, accusa, ancora, "e' un capitano che, dopo aver bucato la stiva, mentre la nave sta affondando la abbandona. I livornesi pero' se lo ricorderanno. Adesso piu' che mai sta a noi, al Pd e al centrosinistra, recuperare la fiducia dei cittadini e dare ai livornesi l'amministrazione che meritano". (Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze