No alla violenza sulle donne: a Firenze iniziativa Cgil con Camusso

Al Teatro Affratellamento domani 14 novembre un talk con avvocate, psicologhe, centri antiviolenza, sindacaliste. Nell’occasione, sarà lanciata anche una petizione


“Bread and Roses - Il pane, le rose, le spine. Straordinarie storie di ordinaria violazione dei corpi e dei diritti delle donne”: è il titolo dell’iniziativa (organizzata dal Coordinamento Donne Cgil Toscana, in collaborazione con l’Ordine degli avvocati Firenze - Comitato Pari opportunità, con la Fondazione per la Formazione Forense dell’Ordine degli Avvocati di Firenze e con Controradio) che si svolgerà domani giovedì 14 novembre al Teatro l'Affratellamento (via Giampaolo Orsini 73 a, Firenze), ore 16-19.

IL PROGRAMMA

- Apertura e presentazione: Daniela Morozzi (attrice), Dalida Angelini (segretaria generale Cgil Toscana), Barbara Orlandi (Responsabile Coordinamento Donne Cgil Toscana)

- IL TALK: “Discriminazioni, molestie e violenza in famiglia e sul lavoro, le donne tra prassi, norme, ricatti, comunicazione e informazione”. Intervengono: Daniela Caselli (Pres. Luna centro Antiviolenza di Lucca), Avv. Sibilla Santoni (Pres. del Comitato Pari Opportunità del Coa Firenze), Avv. Amelia Vetrone (Avvocata penalista), Michela Pascali (Segreteria Nazionale Silp Cgil), Avv. Silvano Imbriaci (Avvocato Inps), Dott.ssa Alessandra Schiavon (Psicologa). Conducono Daniela Morozzi (attrice) e Marina Capponi (Avvocata)

- L’INTERVISTA: luoghi di lavoro liberi da molestie e discriminazioni, l’impegno del sindacato. Raffaele Palumbo (Controradio) intervista Susanna Camusso, Responsabile Politiche di Genere Cgil Nazionale

- Dalle ore 19 aperitivo e interventi musicali a cura di Michelangelo Zorzit e Maria Grazia Campus

LA PRESENTAZIONE DELL’INIZIATIVA

Nel 1912 Rose Schneiderman, di fronte ad una platea di suffragette a Cleveland, disse: “Vogliamo il pane, ma anche le rose, vogliamo il diritto di vivere, non semplicemente di esistere. L’operaia deve avere il pane, ma deve avere anche le rose. Date una mano a darle la scheda elettorale con cui combattere”. Uno slogan così evocativo che ha ispirato tante successive battaglie, ma anche canzoni, film, poesie. E anche, in parte, l’iniziativa al Teatro Affratellamento di Firenze, che vuole discutere di come tutelare le donne - da un punto di vista penale, legale, sindacale, civile, sociale, psicologico - da discriminazioni, molestie e violenza in famiglia e sul lavoro. Nell’occasione, saranno presentate due iniziative del Coordinamento Donne Cgil Toscana. La prima, il lancio di una petizione per difendere il diritto alla riservatezza per le donne vittime di violenza, affinché sul lavoro possano usufruire dei tre mesi di congedo retribuito previsti. Si potrà firmarla in tutte le sedi Cgil della Toscana, o anche sul sito della Cgil Toscana (QUI il link). Per farlo, c’è tempo fino al prossimo marzo, mese nel quale saranno consegnate le firme al Presidente della Repubblica. La seconda iniziativa è il lancio della trasmissione radiofonica di Controradio “Bread &Roses” (per 10 domeniche consecutive dall’ultima di novembre, la mattina), in cui si racconteranno, con le voci di Daniela Morozzi e Marina Capponi, storie liberamente ispirate a vicende realmente accadute, con protagoniste donne vittime di discriminazioni o violenze che hanno visto il riconoscimento delle loro ragioni. Storie di straordinario coraggio, con donne protagoniste viventi e vincenti.

Redazione Nove da Firenze