La gioia di Nardella: "Risultato clamoroso, grazie di cuore Firenze"

Spoglio da ultimare ma risultato netto, il candidato sindaco del centrosinistra esulta: "Andati oltre ogni più rosea aspettativa. La nostra città è modello politico e istituzionale". Alle 21 festa in piazza Signoria


(DIRE) Firenze, 27 mag. - A giudicare da proiezioni e percentuali "non c'è dubbio che si tratta di un risultato clamoroso, oltre ogni più rosea aspettativa". Sono le prime parola pronunciate dal sindaco Dario Nardella arrivato a Palazzo Vecchio, dove è stata allestita la sala stampa delle amministrative. Certo, aggiunge, serve "prudenza" perché lo spoglio è in corso, "tuttavia possiamo dire con ragionevole certezza che la partita si chiude oggi, con questa vittoria al primo turno". Alle 18,10, con 137 sezioni su 360, Nardella aveva ottenuto oltre il 57%.

Un risultato "clamoroso", ribadisce, "perché mai nella storia di Firenze, da quando esiste l'elezione diretta, un sindaco è stato eletto due volte di seguito al primo turno". Per questo "ringrazio con tutto il cuore i fiorentini. Ha vinto Firenze, anche questa volta, hanno vinto i fiorentini e tutti i cittadini che hanno creduto in questo cambiamento, che deve ancora completarsi e sprigionarsi in tutta la sua profondità ed efficacia".

A Firenze "sia alle europee che alle amministrative, abbiamo il Pd più forte d'Italia", dice ancora Nardella. "Abbiamo inoltre il differenziale più ampio tra Partito democratico e Lega che si possa registrare in una grande città italiana. Dobbiamo far tesoro di questo consenso. Utilizzarlo per andare avanti con più decisione e tenacia che mai, perché i fiorentini mi hanno dato un mandato inequivocabile per proseguire il processo di trasformazione della città e per fare ancor di più di Firenze un vero modello politico e istituzionale nazionale". Un concetto che sta molto a cuore a Nardella: Firenze "è un simbolo della politica italiana. Lo è per il Pd e per tutti gli altri. La Lega, infatti, ha fatto di tutto per conquistare la città. Il suo leader, Matteo Salvini, è venuto tre volte" nel corso della campagna elettorale. "E' venuto tre volte, indicando Firenze come la città simbolo da espugnare: ebbene mi pare che il risultato sia nettissimo e chiarissimo in tutto il suo significato, civico e politico".

Poi l'annuncio: "Ci vedremo stasera, intorno alle 21, in piazza della Signoria. La piazza simbolo della politica, della vita culturale e civile della città. Abbiamo dato appuntamento a tutti i sostenitori e fiorentini che vorranno festeggiare questo risultato storico". E un ringraziamento speciale alla famiglia, "mia moglie e i miei tre figli, a cui devo tutto e che mi sono stati molto vicini".

Redazione Nove da Firenze