Morta Paola Garvin, lutto in Regione

Fiorentina, direttrice settori Sport e Giovani, è stata stroncata da un male incurabile. Avrebbe compiuto 60 anni il 12 febbraio. Il cordoglio di Giani: "Grande professionalità. Morte prematura che ci lascia tanta amarezza". Già stasera sarà esposta nell'Auditorium Spadolini, domani la commemorazione anche in Consiglio


Firenze - “Il mio più profondo cordoglio per la scomparsa di una cara amica e di una grande dirigente della nostra Regione”. Così il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, appena appresa la notizia della morte di Paola Garvin, responsabile del settore sport e politiche giovanili della Regione Toscana. Garvin avrebbe compiuto 60 anni nei prossimi giorni, essendo nata a Firenze il 12 febbraio 1960.

Il presidente dell’Assemblea ne ricorda la grande professionalità in tutti i ruoli che ha ricoperto. “Si è distinta come bravissima direttrice del settore dello Sport e delle Politiche giovanili e prima ancora – sottolinea Giani - come personalità di grande competenza nell’impegno che ha sempre messo nel suo lavoro in Regione, occupandosi anche di temi legati al welfare e alle politiche giovanili. Un male incurabile contro cui ha lottato fino alla fine, con energia e coraggio, l’ha portata a una morte prematura che riempie di dolore e amarezza tutti noi”.

"Con Paola Garvin se n'è andata una grande persona, che per tanti anni è stata punto di riferimento in Regione e per tutto il mondo del volontariato, apprezzata da tutti quanti hanno avuto il privilegio di lavorare con lei". Così il presidente Enrico Rossi ricorda Paola Garvin, dirigente responsabile del settore del sociale in Regione, morta stamani dopo una lunga malattia, che ha affrontato con grande coraggio.

Da molti anni in Regione Paola aveva lavorato sia in Consiglio che in Giunta, ricoprendo negli ultimi anni il ruolo di dirigente responsabile del sociale. Felice di lavorare per la pubblica amministrazione e mettere la propria professionalità al servizio del bene comune, non si è mai risparmiata, e anche nell'ultimo periodo della malattia, in condizioni di salute già molto difficili, ha sempre dimostrato grande attaccamento e dedizione al lavoro.

"Se n'è andata una donna molto combattiva - dice ancora Rossi -, di una profonda umanità, sempre attenta ai bisogni di tutti".

"Mancherai Paola - aggiunge l'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi - Mancherai alla Regione Toscana per la tua professionalità, il tuo senso di responsabilità, la tua esperienza e il tuo rigore. A tutti noi mancherà una persona forte, intelligente e generosa. Mi mancherà una vera amica, sempre al mio fianco, pronta a sostenermi e anche a criticarmi, un’amica alla quale continuerò a volere molto bene".

Rossi e Saccardi si stringono nel dolore al marito Lucio e alla famiglia di Paola.

Paola Garvin sarà ricordata domani, martedì 14 gennaio, in Consiglio regionale, all’inizio dei lavori della seduta, “a testimonianza - prosegue il presidente - della stima e dell’affetto di cui godeva fra noi tutti”.

Per chi vorrà darle un ultimo saluto, la salma sarà esposta da questo pomeriggio, lunedì 13 gennaio, nell’Auditorium Giovanni Spadolini del Consiglio regionale (via Cavour, 4 - Firenze), dove domani si svolgerà una cerimonia di commemorazione.

Redazione Nove da Firenze