Milky Way Music Festival all'Ex Fabrica di Prato

Milky Way festival

Dal 21 al 30 giugno al Giardino Fabbrichino, tutti i giorni dalle 18: alle 01 summer bar, aperitivi, cene, musica live, teatro, incontri, dj-set, spazio ragazzi


Il 21 giugno torna Ex Fabrica, spazio verde postindustriale, sostenuto attivamente dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Prato alla sua quinta edizione, e presenta il Milky Way Music Festival.

Non saranno spettacolari come le aurore boreali, ma alle nostre latitudini ci sono notti stellate in giugno e in luglio nelle quali ci si ferma a guardare e il cielo e il mondo sembra diverso, più bello, immenso. La via lattea appare (gratis) sopra le ciminiere spente e la città si accende. Curato dalla Compagnia TPO, che anche quest’anno rinnova la collaborazione con Millessei Dischi, associazione musicale pratese attiva dal 2013 nella produzione discografica e di eventi, Milky Way Music Festival è una tripudio di 10 concerti che il giardino fabbrichino lancia verso l’universo: dal 21 al 30 giugno musica, teatro, non-stop drink&food con importanti artisti del panorama musicale italiano e internazionale a partire dagli svizzeri Peter Kernel a Be Forest, Dumbo Gets Mad e tanti altri da ascoltare adagiati sull’erba del giardino fabbrichino.

Si parte venerdì 21 giugno con l'opening party dei Fantasia Pura Italiana, progetto locale che darà il benvenuto ai cittadini pratesi in un ambito di festa, tra musica, teatro, arte e design nel quale ci si potrà immergere fino al 30 giugno.

Sabato 22 giugno sarà la volta dei BE FOREST, realtà italiana firmata WWNBB che viaggia oltre i nostri confini da diverso tempo rievocando sonorità new wave anni 80, il viaggio continua domenica 23 giugno con le sonorità psichedeliche dei DUMBO GETS MAD,duo di Reggio Emilia formatosi a Los Angeles nel 2010 con tre dischi alle spalle. Lunedì 24 e martedì 25 sarà la volta di due progetti sperimentali, rispettivamente BLAK SAAGAN sviluppatore di viaggi interstellari attraverso la sintesi sonora di strumenti quali Farfisa, drum machine e vecchi sintetizzatori, e SABASABA capaci di creare un flusso continuo di sonorità ipnotiche generando la colonna sonora perfetta. Mercoledì 26 giugno salirà sul palco del Milky Way Music Festival JOHNNY MOX & THE MOXTERS OF THE UNIVERSE fondatore insieme ad Above the Tree del progetto Stregoni dedicato alle politiche migratorie dell'UE. Giovedì 27 gli AL DOUM & THE FARYDS popoleranno il palco di percussioni, fiati e wah wah tra distensione e sfrenatezza dirompente mescolando psych, world, jazz e funk. Venerdì 28 gli WOW ci regaleranno uno show d'altri tempi, dove gli echi sanremesi degli anni 60 torneranno sicuramente alla mente. Sabato 29 saranno i toscani SYCAMORE AGE a ipnotizzare gli spiriti liberi con l'incredibile voce di Francesco Chimenti (figlio di Andrea) sospesa tra l'intreccio della trama sonora. Il gran finale sarà affidato ai PETER KERNEL, duo svizzero/canadese che rievoca il sound dei Sonic Youth e dei Blonde Redhead, in corsa per il primato di miglior progetto europeo in circolazione.


Inoltre la Compagnia TPO presenterà “Pàthos/Báthos”, produzione Teatro Metastasio di Prato: Pàthos è la forza che ci solleva dal peso del mondo, è la leggerezza viva della forma. Nessuna tecnica ci guida nell’immedesimarsi nel personaggio: il personaggio è in noi, noi ne siamo solo il tramite. Dall’apice di questo entusiasmo precipitiamo: Báthos è una caduta non frenabile, in alcun modo gestibile. La forza che ci animava ci ha lasciati e siamo involucri vuoti, come abiti d’attore che giacciono sulla scena..

Novità dell'edizione 2019 è la collaborazione con FABRIK – Urban House il quale, attivando un servizio di delivery darà la possibilità di cenare con piatti diversi tutte le sere, mentre il Botanic Bar di Ex Fabica vi accoglierà con una vasta selezione di birre e cocktail dalle 18.00 fino a a tardi.

A luglio Milky Way Music Festival cederà il posto a Le Palace Summer Time dal 1 al 9 luglio e poi a Ex-Fabrica/Il tuo giardino per l’estate con una programmazione dedicata al cinema musicale, al teatro con “Visto da qui” di Anna Balducci e “QVINTA” di Teatrificio Esse, mentre il 18 e 19 luglio ospiterà il Festival delle Colline XL con la rassegna “CHINA Garden”.

Ex Fabrica è un progetto di musica, cultura, arte dal vivo e al contempo un’azione di rigenerazione della città. Intorno all’area Fabbricone, adiacente al centro storico e nel cuore dell’area residenziale di Prato Nord – Viale Galilei, sta avvenendo, in modo accelerato, una migrazione tipica della storia di Prato: attività industriali che fino ad oggi occupavano una vasta area immobiliare si trasferiscono altrove o cessano del tutto. Nel caso dell’area Fabbricone, la presenza di due importanti teatri crea nuovi insediamenti e attività culturali come risposta all’abbandono. Ecco che l’inaugurazione di un giardino urbano ricavato in un’area dismessa assume un valore simbolico, lo spazio si riqualifica ed offre una risposta possibile al futuro di una città che si trasforma. Ex Fabrica è un’azione di recupero dal basso che intende mettere in comunicazione abitanti e artisti residenti e ristabilire quindi un rapporto stretto tra generazioni diverse, basato sull’adozione di uno spazio da coltivare e condividere, un sorta di “patto sociale” per creare delle relazioni nuove tra città e territorio.

Il Giardino Fabbrichino. Nel periodo tra maggio 2014 e giugno 2015 la compagnia TPO ispirandosi al paesaggista e giardiniere Gilles Clement ed ai sui testi sul "Terzo Paesaggio", ha adottato un’area abbandonata adiacente al Teatro Fabbrichino ricavando un giardino urbano di circa 400 metri quadrati: il Giardino Fabbrichino. Lo spazio comprende un’area verde (tappeto erboso contornato da bamboo e graminacee perenni) ed un’area ricreativa su ghiaia bianca per laboratori e spettacoli. Questo progetto di "giardinaggio planetario" rappresenta il punto di partenza per ripensare al destino di tutta l’area industriale del Fabbricone come "Fabbrica delle Arti”.

Vi aspettiamo per guardare ed ascoltare le stelle!

PROGRAMMA

VENERDì 21 GIUGNO
OPENING PARTY ! ! !
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 21.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – FANTASIA PURA ITALIANA in concerto

SABATO 22 GIUGNO
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 21.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – BE FOREST in concerto

DOMENICA 23 GIUGNO

• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 21.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – DUMBO GETS MAD in concerto

LUNEDì 24 GIUGNO
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 21.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – BLAK SAAGAN in concerto

MARTEDì 25 GIUGNO
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 22.00 – SABASABA in concerto

MERCOLEDì 26 GIUGNO
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 22.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – JOHNNY MOX & THE MOXTERS OF THE UNIVERSE in concerto

GIOVEDì 27 GIUGNO
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 22.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – AL DOUM & THE FARYDS in concerto


VENERDì 28 GIUGNO
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 22.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – WOW in concerto

SABATO 29 GIUGNO
• Ore 18 Aperitivo In Giardino
• Ore 21.15 e 21.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – SYCAMORE AGE in concerto

DOMENICA 30 GIUGNO
• Ore 21.15 e 21.45 - PATHOS / BATHOS
Teatro Fabbrichino / Ingresso a pagamento*
• Ore 22.00 – PETER KERNEL in concerto 

Redazione Nove da Firenze