Rubrica — Motori

Michele Pirro si aggiudica le due gare del Mugello

Fotografie di Marco Savino

Il Campionato Italiano Velocità entra nel vivo con la seconda tappa stagionale andata in scena nel weekend del 5 e 6 maggio sulle colline toscane del Mugello


Dopo la doppietta ottenuta a Misano Michele Pirro si conferma l’uomo da battere in Superbike. Il campione in carica ha conquistato una doppietta anche al Mugello nel fine settimana del 5 e 6 maggio, imponendo un ritmo monster per tutti, al traguardo con oltre 9 secondi di vantaggio. Anche Matteo Ferrari, autore di due secondi posti, conferma il buon lavoro svolto dal Barni Racing Team, ottima prova per prepararsi al meglio per la wild card Superstock 1000 sul tracciato di Imola questo weekend. In classifica generale Pirro è a punteggio pieno (100 pt.) con Ferrari a 80 pt. e Zanetti a 49 pt.

Nella Moto3 Stefano Nepa, costretto a saltare le prime due gare a causa di un infortunio, detta legge dominando gara 1 e conquistando il secondo gradino del podio in gara 2 a soli 54 millesimi di secondo dal vincitore Riccardo Rossi. Terza posizione per Kevin Zannoni, mentre Nicholas Spinelli, che aveva portato a casa una splendida doppietta a Misano, deve accontentarsi di un sesto e un decimo posto, a causa anche una scivolata mentre era in lotta con i primi. La Moto3 vede in testa Spinelli 66 pt., con Zannoni a 65 pt. e Rossi a 59 pt.

Nella PreMoto3 250 4T, sul selettivo tracciato del Mugello, a differenza di quando visto nella prima tappa in riva all’Adriatico, prevale un grande equilibrio con sei piloti diversi a salire sul podio nelle due gare, con la conferma del buon lavoro svolto nel round di apertura di Alberto Surra (2 Wheels PoliTo) secondo in gara 2 e Francesco Mongiardo (Kuja Racing Beon) a chiudere il podio. In classifica generale Surra comanda con 80 pt. seguito da Mongiardo e Mastroluca entrambi a quota 53 pt. e con Morosi vincitore di gara 1 a inseguire con 51 pt.

Nella 125 2T è ancora Manuel Margarito a trionfare. L’alfiere Honda, al debutto al Mugello, ha strappato una grande doppietta, precedendo sul podio Jacopo Hosciuc (Honda), migliorato rispetto a ieri, con Filippo Bianchi (RMU) a chiudere il podio. In classifica generale Hosciuc è in testa con 81 pt. seguito da Bianchi a 74 pt. con Margarito a 50 pt.

Nei primi giri della SS600 Davide Stirpe fatica a liberarsi del gruppo e perde alcuni secondi dal vertice, ma insieme a Mercandelli dà il via ad una grande rimonta che lo riporta nel gruppetto dei primi a giocarsi la vittoria nella volata finale, sfuggita per pochi metri, ma guadagnando un terzo gradino del podio dal sapore speciale, che gli permette inoltre di issarsi in testa al campionato. L’infuocata gara 2 non delude le aspettative dei tanti appassionati presenti al Mugello, con una bagarre finale addirittura a 7 piloti. Su tutti però a trionfare al fotofinish è stato Davide Stirpe (Extreme Racing Bardahl MV Agusta). Il Campione in carica ha dimostrato ancora una volta tutta la sua grinta, restando sempre in scia con il gruppo salvo poi dare lo strattone finale, riuscendo a piegare i tentativi di sorpassi dei tanti avversari. Dietro di lui doppietta per il Gas Racing Team, con la seconda posizione conquistata da Massimo Roccoli. Il pluricampione italiano ha lottato fino all’ultimo riuscendo a rimediare alla sfortuna di sabato con un gran podio. Terza posizione per Mattia Casadei. Il poleman del Mugello è riuscito a tenere fisicamente, conquistando un meritato primo podio nella categoria dove è all’esordio in questo 2018.

La volata finale ha visto arrivare nell’ordine: Marco Bussolotti (Rosso Corsa), Stefano Valtulini (Pleo Racing), Kevin Manfredi (Team Rosso e Nero) e Roberto Mercandelli (Scuderia Improve). In classifica generale Stirpe è leader con 77 pt. davanti a Manfredi e Bussolotti con 59 pt. seguiti da Gabellini a 52 pt.

La SS300 si è confermata combattuta, a transitare per primo sotto la bandiera a scacchi è stato Thomas Brianti (KTM) salvo poi venir squalificato per irregolarità tecnica. Ad aggiudicarsi la vittoria è stato quindi Manuel Bastianelli (Prodina Ircos Kawasaki) con Kevin Sabatucci (ProGP Racing Yamaha) secondo e Gabriele Giannini terzo (GP Project Team Kawasaki). In classifica generale Sabatucci è quindi in vetta con 72 pt. seguito da Bastianelli a 61 pt. e Brianti a 50 pt.

Il prossimo appuntamento con il Campionato Italiano Velocità Elf CIV è fissato per il weekend del 23 e 24 giugno all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Motori — rubrica a cura di Stefania Guernieri

Stefania Guernieri

Stefania Guernieri — Giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni. In qualità di redattrice ha curato varie inchieste giornalistiche. Oggi scrive di cibo e vino, motori, running e altri sport, politica. Ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi, gestione campagne elettorali, ed ha curato l'organizzazione di numerose manifestazioni legate al settore enogastronomico.

E-mail: stefania.guernieri@gmail.com