Rubrica — Spettacolo

Metastasio: a Prato la raffinatezza di Paolo Silvestri

Concerto il 27 febbraio alle 21. Alle 18,45 incontro introduttivo


Domani giovedì 27 febbraio 2020 grazie alla collaborazione tra Camerata strumentale e Metastasio Jazz al Politeama Pratese (ore 21) quinto concerto della stagione 2019-2020, in coproduzione con Metastasio Jazz: Anime verde speranza – Fuga di cuori e cervelli per grande orchestra (prima esecuzione assoluta). Direttore Paolo Silvestri, con la partecipazione di Andrea Tofanelli (tromba), Antonino Siringo (pianoforte), Walter Paoli (batteria). 

Lo stesso Silvestri spiega: "Prendendo esempio da "The River" di Ellington ho voluto scrivere una suite per orchestra sinfonica senza solisti, riducendo al massimo le parti improvvisate anche se si tratta di jazz. E nello stesso tempo raccontare le sofferenze e le speranze delle migrazioni dei nostri tempi, dove si mescolano le culture di popoli diversi, facendo spesso nascere nuova musica. Il jazz è nato così. Quindi per scrivere gli episodi di questa storia mi sono fatto accompagnare da grandi jazzisti che amo particolarmente, ispirandomi al loro mondo espressivo, o trasformando e mescolando alcuni dei loro pezzi fino a farli diventare completamente diversi e a volte totalmente irriconoscibili, ma soprattutto rendendoli funzionali al racconto. E questa trasformazione riguarda anche i nomi delle varie sezioni che sono mutazioni di titoli già esistenti".

Alle 18,45 al Politeama Pratese si terrà l’incontro introduttivo con il direttore artistico del MetJazz Stefano Zenni e con Paolo Silvestri. Ingresso libero.

Il concerto verrà trasmesso in diretta su Rete Toscana Classica – anche in streaming su www.retetoscanaclassica.it

Altre info: Teatro Politeama Pratese / Via Garibaldi 33, Prato/ tel 0574 603758. Costo biglietti e abbonamenti.

Redazione Nove da Firenze