Mercati rionali, al via i controlli anti-abusivismo delle squadre Sas

L’assessore Del Re: “Un investimento per sostenere e tutelare gli operatori, offrendo un servizio migliore al cittadino”. Parrucchiera abusiva scoperta nel Macrolotto zero. Svolgeva l'attività in un appartamento. Sanzioni per 3.000 euro e attrezzature sotto sequestro


Nei mercati rionali partono i controlli delle squadre Sas su presenze degli operatori e validità della documentazione. Il potenziamento dei controlli, attivo da oggi, prevede il passaggio del personale Sas in 28 mercati cittadini: dalle Cure alle Cascine, da San Salvi a Canova, Santo Spirito, Dalmazia, Sant’Ambrogio, Bizzarria, viale Fanti e Pulci. Le verifiche riguarderanno le presenze dei concessionari e l’assegnazione dei posti vacanti ai cosiddetti ‘spuntisti’, oltre al controllo della documentazione su titoli abilitativi e pagamenti. A cura di Sas poi sarà realizzata una nuova piattaforma informatica (app): una volta a regime, l’applicazione consentirà una gestione complessiva delle aree mercatali su rilevazione delle presenze e facilitazione delle attività di controllo sul posto.

“Un investimento messo a bilancio lo scorso dicembre per sostenere i mercati rionali e sconfiggere l’abusivismo – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re - È la prima volta che vengono investiti 300 mila euro per questo tipo di intervento, che risponde a segnalazioni e richieste degli operatori mercatali di fronte al fenomeno purtroppo crescente dell'abusivismo. Un fenomeno – ha proseguito Del Re - che mette a repentaglio lo svolgimento corretto e ordinato delle aree mercatali. Gli operatori di Sas andranno in giro nei mercati rionali dotati di una pettorina per verificare le presenze, con il potere di segnalare alla polizia municipale gli abusivi, ma senza poter elevare direttamente sanzioni. Una sorta di ‘vigilini’ dei mercati che svolgeranno il compito di ‘controllori’. Un mercato più presidiato va a vantaggio non solo degli operatori che rispettano le regole, ma anche dei tanti cittadini che frequentano i nostri mercati rionali e che potranno così usufruire di un servizio migliore”.

Ogni giorno due squadre composte da due operatori Sas saranno impegnate nel servizio di controllo. Gli operatori saranno facilmente riconoscibili grazie a una pettorina e a un tesserino identificativo. Proseguiranno, ovviamente, anche i controlli già svolti dalla polizia municipale sui mercati rionali (il servizio della Sas non si sostituisce quindi ai controlli settimanali della polizia municipale).

A Prato nel corso delle attività di controllo della Polizia Municipale relativamente all’esercizio abusivo delle attività sul territorio comunale, nel pomeriggio di sabato, personale dell’Unità Operativa Commerciale, Amministrativa e Anticontraffazione, è intervenuto all’interno di una civile abitazione nella zona di Via Pistoiese, dove è stata accertata una attività abusiva di parrucchiere, gestita da Z.J., cittadina cinese di 46 anni. Un vano dell’abitazione, posto al primo piano di un immobile, era stato allestito con attrezzature e prodotti specifici per lo svolgimento dell’attività; in particolare vari prodotti per la cura dei capelli, due specchi, tagliacapelli elettrici, poltrone lavatesta e sgabelli. L’attività è risultata essere in pieno svolgimento: al momento dell’accesso degli agenti, infatti, vi erano tre clienti che aspettavano il loro turno per il taglio dei capelli. Alla parrucchiera abusiva sono stati contestati due verbali di violazione amministrativa per un totale di circa 3.000 euro, in quanto esercitava senza titolo autorizzativo e in mancanza dei requisiti professionali. L’attività è stata bloccata, ponendo sotto sequestro tutte le attrezzature utilizzate. Il fenomeno dello svolgimento abusivo di tale attivita’ sembra essere in aumento, soprattutto nella zona del Macrolotto zero: solo dall’inizio del 2019 sono state scoperte e poste sotto sequestro cinque attività abusive di parrucchiere ed estetista

Redazione Nove da Firenze