Maturità, la notte prima degli esami

Trentamila studenti e studentesse della Toscana domani inizieranno la prova che segna una tappa importante della vita, con le novità introdotte quest'anno. L'assessore Grieco: "Vivete questa esperienza con emozione ma anche con leggerezza". Usare lo smartphone comporta la bocciatura


FIRENZE - Domani mattina, mercoledì 18 giugno, quasi 30mila studenti e studentesse inizieranno in Toscana la prova della maturità, che vedrà al debutto il nuovo esame di Stato. L'assessore regionale ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco, ha quindi inviato ai ragazzi e alle ragazze impegnate nella prova una lettera di incoraggiamento e di "in bocca al lupo" per far sentire loro la vicinanza della Regione Toscana alla vigilia di un evento così importante.

"Care ragazze e cari ragazzi", scive l'assessore Grieco, "siete arrivati al vostro appuntamento con la ‘maturità'. Siete i primi nati in questo secolo e in questo millennio ad affrontare le prove, riviste, di un esame che resta sempre e comunque un momento importante della vita, fatto di ansia e trepidazione, ma anche di curiosità e voglia di mettersi in gioco".
"Vi auguro di vivere questi giorni con la giusta dose di emozione", continua la Grieco, "ma anche con la ‘leggerezza' della vostra età e con la consapevolezza che le commissioni hanno come unico obiettivo quello di valorizzare al massimo la vostra preparazione e di fare emergere la conoscenza e competenza, le potenzialità e i talenti di ciascuno".

"Con l'esame di Stato", prosegue, "si chiude un percorso di crescita in cui siete stati accompagnati dai vostri insegnanti, dai dirigenti scolastici e dal personale scolastico tutto". E ancora: "Sono stati anni in cui sono nate relazioni importantissime di amicizia, di confronto, di complicità. Faranno parte di voi per sempre. E adesso vi accingete a varcare una sorta di ‘confine' tra l'adolescenza e l'età adulta".
"D'ora in avanti", scrive ancora l'assessore, "sarete più autonomi ma anche più responsabili… insomma sarete un po' più grandi". Di conseguenza: "Affronterete altri esami, concorsi, avrete soddisfazioni e anche qualche insuccesso. Fanno parte della vita, ma cercate di affrontare tutto con determinazione e speranza nel futuro".

"La Regione Toscana", precisa nella lettera l'assessore Grieco, "mette la Scuola ed i giovani al centro delle sue politiche, favorendo le alleanze con territori e imprese e supportando gli Istituti per il miglioramento e l'ampliamento dell'offerta formativa". E continua: "Ed anche per il post diploma tantissimi sono gli interventi che mettiamo in campo, dall'alta formazione tecnica al diritto allo studio universitario, alle misure di accompagnamento al lavoro e per l'autonomia, perché sentiamo di trasmettervi i valori e costruire opportunità"
"Ma questo sarà un altro capitolo", conclude il messaggio. "Per adesso faccio a tutte e tutti un grande in bocca al lupo per gli esami. Buon futuro a tutti...".

Anche il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, rivolge il suo augurio: "Semplicemente in bocca al lupo. In queste ore di tensione, preoccupazione e sana agitazione credo che non vogliate sentirvi dire altro. Ma credetemi, la maturità è un'esperienza unica che vi resterà nel cuore per sempre. Metteteci impegno e passione, è un momento bellissimo da condividere con i compagni che hanno percorso questi anni insieme a voi".

Biffoni manda i propri saluti agli studenti che da domani, mercoledì 19 giugno, saranno impegnati con la maturità. Come di consueto la prima prova sarà quella di italiano: "Non ci sono consigli, ma solo un forte abbraccio a tutti i ragazzi che saranno sui banchi domattina per la prima prova! La maturità è un momento di passaggio: qualunque cosa decidiate di fare dopo, continuare gli studi o inserirvi nel mondo del lavoro - conclude Biffoni - la maturità sarà una prova importante per voi stessi, un passaggio significativo verso il futuro".

Anche la Polizia postale interviene chiarendo alcuni punti importanti. Secondo una ricerca di Skuola.net 1 su 6 crede che su internet sia possibile trovare le tracce d´esame prima del tempo, mentre 1 su 5 è convinto di essere spiato dalla Polizia durante l´esame: sono tutte "fake news, bufale e leggende metropolitane".

Per l´undicesimo anno consecutivo la Polizia postale e delle comunicazioni, in collaborazione con il portale degli studenti Skuola.net, si appresta a lanciare la campagna di sensibilizzazione "Maturità al sicuro", con l´obiettivo di aiutare i ragazzi ad affrontare l´esame con maggiore serenità, confidando nei propri mezzi e nella preparazione ricevuta, senza perdere tempo prezioso e denaro alla ricerca della "soffiata giusta". Unica certezza per i maturandi è che usare lo smartphone durante le prove comporta la bocciatura; questa raccomandazione è rivolta soprattutto a quel 31 per cento che pensa che non si commetta illecito nel ricevere le soluzioni delle tracce dall´esterno, mentre la prova è in pieno svolgimento.

A questo scopo è stato realizzato un video in collaborazione con Skuola.net e lo youtuber Nikolais, che verrà diffuso anche su Facebook, Instagram e Youtube. Un contenuto ironico che passa in rassegna le tipologie di studente più diffuse: dall´ansioso all´influencer, passando per il "tanto non lo chiede" e il credulone. Quest´ultimo sarà preda di una possibile compravendita di tracce in anticipo, prontamente sventata dall´intervento di un rappresentante della Polizia di Stato.

Inoltre, nella notte che precede l´esame, gli operatori del Commissariato di P.S. online sono a disposizione dei maturandi per rispondere a tutti i loro quesiti e dubbi sulle informazioni che circolano in rete nelle ore immediatamente precedenti la prima prova d´esame. Un rappresentante dalle Polizia di Stato sarà anche presente alla tradizionale diretta di Skuola.net nelle ore precedenti l´esame, per rispondere a tutti i dubbi degli studenti. 

Redazione Nove da Firenze