Made in Italy & Entrepreneurship Contest

Alla Syracuse University di Firenze, il 15 aprile alle ore 18:30. Al via la seconda edizione della scuola informale di cultura imprenditoriale "Il Giardino delle imprese" per studenti della Città Metropolitana di Firenze


Per celebrare il duecentesimo anniversario della presenza a Firenze del Consolato Statunitense e per rafforzare le buone pratiche relative all’integrazione dei modelli culturali Italiano e Statunitense, per produrre efficaci modelli di Business, Syracuse University Florence ospiterà il: Made in Italy & Entrepreneurship Contest. Coordinato dal professore di Business Simone Anselmi, cinque gruppi di studenti presenteranno progetti creativi, come parte dei loro progetti di lavoro nel semestre di studio a Firenze, di fronte ad una giuria composta da Imprenditori locali e consulenti nell’area Marketing. L’introduzione ai lavori sarà fatta dal Console Generale Statunitense Benjamin V. Wohlauer e dalla Direttrice di Syracuse Florence Dr. Sasha Perugini. Il Professor Simone Anselmi presenterà i membri della giuria: Sandra Pelli Giusti, portavoce nazionale della Ceramica per CNA; Nadia Koski, in passato una studentessa per un semestre a Firenze e responsabile dell’area marketing per Viralize, innovativa startup nell’area delle Strategie Digitali; Ilaria Tolossi, creatrice della boutique/atelier di nicchia Essére e la consulente di Marketing Lucia Petroni. In seguito alla presentazione degli studenti, i membri della giuria selezioneranno e annunceranno il gruppo vincitore. “Nasce da lontano la stima e l’amicizia che l’artigianato fiorentino (CNA) prova nei confronti del popolo americano. Valori comuni, collaborazioni, scambi culturali ed economici sono le radici di una sana e robusta pianta con chioma folta e fluente” spiega Sandra Pelli Giusti, CNA. "Questo concorso è un altro esempio di come gli studenti americani si integrano nelle comunità toscane che li ospitano. I legami che si sono creati ora, in questo caso tra giovani imprenditori, rafforzeranno i nostri legami economici per il futuro" afferma Benjamin Wohlauer, Console USA. Ai cinque gruppi di studenti partecipanti è stata data la scelta di scegliere il formato del loro progetto, come forma scritta, disegno, foto o video. E’ stato loro chiesto anche di considerare argomenti su come l’integrazione tra cultura Italiana e Statunitense possa produrre modelli efficaci di Business e che possano aumentare il coinvolgimento degli Studenti Statunitensi nel contesto locale Fiorentino. I loro progetti saranno giudicati in base al livello di ricerca, all’utilizzo delle risorse locali e in base a come saranno descritti e presentati. Come secondo storico programma a Firenze, Syracuse Univesity sta attualmente celebrando il sessantesimo anniversario, con una forte connotazione da subito nell’integrarsi e collaborare con la comunità locale, Syracuse Florence con orgoglio accoglie studenti che sono appassionati nel rendere omaggio sia alla cultura ospitante sia a quella di origine.

Stimolare i ragazzi a sviluppare nuove idee in merito alla creazione di prodotti e servizi nell'ambito della sostenibilità ambientale, è questo lo scopo della seconda edizione del bando 'Il Giardino delle imprese – Scuola informale di cultura imprenditoriale'. Un'iniziativa promossa e sostenuta da Fondazione CR Firenze e da Fondazione Golinelli, in collaborazione con l'Istituto Europeo di Design e l'Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana. Questo bando offre a 60 giovani gli strumenti utili e concreti per inventarsi il loro futuro, favorendo la dimensione pratica dell'apprendimento e valorizzando l'interdisciplinarità. Possono partecipare gli studenti del III e IV anno delle scuole secondarie di II grado della Città Metropolitana di Firenze. C'è tempo fino al 15 maggio per presentare domanda. Si tratta di un modello innovativo di offerta formativa e di competenze che va oltre il sistema scolastico. Al tradizionale percorso di formazione scolastica viene affiancato infatti un percorso esperienziale, fatto di lezioni interattive, lavori di gruppo, attività pratiche e testimonianze di esperti. Tutti elementi che puntano a far sperimentare in modo concreto ai ragazzi le proprie idee imprenditoriali attraverso la creatività, l'innovazione e l'assunzione del rischio tipica del mondo imprenditoriale. Il percorso prevede 150 ore di attività, che saranno svolte da giugno a settembre e sono riconosciute come percorso per le competenze trasversali e per l'orientamento (ex Alternanza Scuola-Lavoro). Saranno tre le fasi: una prima fase di introduzione della cultura imprenditoriale, lo sviluppo di un progetto per la candidatura di un finanziamento, e il finanziamento di tre progetti meritevoli. I progetti vincitori parteciperanno a un percorso di accelerazione da ottobre a marzo del prossimo anno e potranno godere di attività di training, tutorship e mentorship. Ai gruppi sarà anche data la possibilità di avere tecnologie e spazi dedicati, una pomeriggio a settimana, presso Murate Idea Park.

“Siamo lieti di poter rinnovare questo progetto finalizzato a sviluppare la creatività, intraprendenza, responsabilità, pensiero critico e il lavoro di gruppo nei giovani – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze -. La cultura imprenditoriale fa bene ai nostri giovani che già lo scorso anno hanno dimostrato grandi capacità creative. Ma fa bene anche al territorio, che ha bisogno di idee innovative e stimoli sempre nuovi”.

"Il Giardino delle Imprese è uno dei pilastri della filiera della formazione della Fondazione, che parte da questo progetto e che attraverso step successivi sfocia nella incubazione e accelerazione delle imprese più meritevoli" - dichiara Antonio Danieli, Direttore Generale di Fondazione Golinelli -. E' proprio dal modello formativo del Giardino, che privilegia il confronto dei ragazzi con la business community e i centri di eccellenza del proprio territorio, che possiamo stimolare la intraprendenza degli studenti e trasmettere loro la migliore cultura imprenditoriale. Siamo soddisfatti del lavoro su Firenze e della collaborazione con le istituzioni della città che rinnovano il loro impegno per supportare il percorso scolastico dei giovani garantendo loro innovativi percorsi di formazione”.

Redazione Nove da Firenze