M5S e Peretola: macché favorevoli!

"Siamo l'unico partito locale contrario alla realizzazione del nuovo scalo" chiarisce il candidato sindaco di Firenze del movimento, Roberto De Blasi


(DIRE) Firenze, 17 apr. - Sullo sviluppo dell'aeroporto di Firenze "la nostra posizione resta la stessa. Siamo l'unico partito locale contrario alla realizzazione del nuovo scalo. Dal punto di vista ambientale aumenterebbe l'inquinamento acustico e atmosferico". Lo afferma il candidato sindaco di Firenze del Movimento 5 Stelle, Roberto De Blasi, nel corso della conferenza stampa di presentazione della sua corsa alle amministrative del 26 maggio. Sul tema del master plan che include la costruzione della nuova pista parallela De Blasi ammette, tuttavia, che il giudizio potrebbe mutare qualora l'analisi costi-benefici intrapresa dal ministero delle Infrastrutture dovesse dare un esito positivo. In tal caso, afferma, "credo che la posizione politica dovrebbe cambiare. Se l'analisi costi-benefici, che e' stata istituita per quel genere di valutazione, dovesse dimostrare che l'opera e' necessaria dal punto di vista economico e che avrebbe come diretta conseguenza vantaggi per l'economia e per i cittadini sicuramente si', non avremmo nulla in contrario" rispetto alla realizzazione dell'infrastruttura. Del resto, avverte, "l'analisi non e' stata creata per bocciare l'opera, ma per valutare se e' necessaria o meno". La posizione di partenza, allo stato attuale, resta comunque immutata: "Pensiamo che l'opera non sia necessaria per Firenze e aspetteremo le decisioni del ministero- puntualizza-. Parliamo di un'area che e' l'ultima risorsa ambientale dell'intera Piana. Comprometterne l'utilizzo e divorarla con la realizzazione di questo nuovo aeroporto non e' la soluzione piu' adatta per il territorio".

Per Peretola la giusta dimensione ad avviso di De Blasi e' quella esistente di city airport, magari con un adeguamento delle condizioni di sicurezza e l'interramento dell'autostrada. Meglio potenziare altre realta', come Pisa. E a tal proposito, fa sapere, "se fossi sindaco promuoverei sicuramente il miglioramento dei collegamenti con gli aeroporti limitrofi con linee ferroviarie dedicate". Un'ipotesi che implicherebbe il ritorno, dunque, del check-in per i passeggeri che decollano dall'aeroporto di Pisa direttamente alla stazione di Firenze Santa Maria Novella. (Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze