Lungarno: i pini sono pericolosi, ad ottobre arrivano le querce

L'unico intervento previsto in tutta l'estate è stato pianificato nelle scorse settimane dagli esperti della direzione ambiente


Sono scattate questa mattina le operazioni per la sostituzione di 12 pini sul lungarno Colombo, nel tratto tra via di Bellariva e il Ponte di Verrazzano. Un intervento (l'unico previsto in tutta l'estate) che è stato pianificato nelle scorse settimane dagli esperti della direzione ambiente del Comune e si inserisce alla più ampia operazione di ricostituzione del filare alberato dei lungarni Colombo e Moro. 

Le piante sono state sottoposte ad una serie di test per verificare se erano ancora stabili o rappresentavano un rischio per l'incolumità delle persone. Su alcune piante, in particolare, sono state eseguite le cosiddette 'prove di trazione', che riescono a dar conto della stabilità dell’apparato radicale della pianta. I dati ottenuti sono stati utilizzati per valutare il livello di rischio complessivamente associato alle piante, tenendo conto anche della vulnerabilità dell’area dove si trovano, che risulta elevata trattandosi di un’arteria stradale. E alla fine i 12 pini sono risultati pericolosi.

Le sostituzioni non saranno effettuate subito, ma a ottobre prossimo, soprattutto per far 'riposare' il terreno e, quindi, garantire migliori condizioni di attecchimento alle nuove piante; saranno messe a dimora le stesse tipologie di alberi piantati nel primo tratto (parrotie e querce fastigiate).

In queste settimane gli operai elimineranno le ceppaie, sistemeranno le aiuole e i cordonati stradali e installeranno l'impianto di irrigazione. 

Redazione Nove da Firenze