Livorno, Rosignano e Collesalvetti: bandi, formazione lavoro e voucher

Tutto il complesso degli strumenti e delle opportunità previste nell'ambito dell'Accordo di programma del 2015 per l'area di crisi complessa


Bandi per progetti d'impresa e per protocolli di insediamento, ma anche per interventi di formazione destinati a occupati e a nuovi assunti. E, ancora, voucher per professionisti e manager. Tutto il complesso degli strumenti e delle opportunità previste nell'ambito dell'Accordo di programma del 2015 per l'area di crisi complessa di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti è stato presentato nel corso di un'iniziativa organizzato stamani alla Camera di commercio di Livorno da Regione Toscana e Invitalia.

Attenzione particolare è stata dedicata all'avviso del Mise, con dotazione di 10 milioni, riaperto dal 5 luglio e gestito da Invitalia, destinato a progetti d'impresa con valore superiore a 1,5 milioni di euro e che prevedano nuova occupazione.
Ma il quadro, come ha ricordato il consigliere del presidente Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini aprendo l'incontro, è molto più vasto. Dal 9 settembre, ha ricordato, verrà riaperto anche il bando regionale sui protocolli di insediamento, che potrà contare su 836 mila euro, quota residua dopo il successo del bando precedente che ha consentito di assegnare già 9 milioni.

Il percorso dell'Accordo di programma, ha sottolineato Simoncini, procede bene: al suo attivo risultati di valore strategico come il consolidamento della presenza Solvay a Rosignano, la realizzazione del collegamento ferroviario diretto al porto di Livorno, la previsione nel Protocollo RFI-Regione dello scavalco ferroviario che collegherà porto e interporto di Guasticce, e il forte impegno della Regione e del presidente Rossi per la realizzazione della nuova Darsena Europa, cui la Regione ha destinato 250 milioni.

Per quanto riguarda gli interventi per la assunzioni, Simoncini ha ricordato il bando da 4 milioni, già attivo, per lavoratori che hanno assegno di ricollocazione e quello da 9 milioni, che partirà entro metà agosto, per aziende che assumono nelle aree di crisi complessa e non complessa.

Presentati anche gli interventi per la formazione. Dal 4 luglio sono disponibili 7,925 milioni per la formazione continua destinati a occupati e nuovi assunti, con un bando che prevede una forte premialità per la aree di crisi, in linea con quanto deliberato dalla Regione. E per voucher destinati a professionisti e manager ci sono 1,5 milioni.

Al termine della presentazione, via a incontri di approfondimento "one to one" con i rappresentanti delle imprese.

Redazione Nove da Firenze