Rubrica — Mostre

Leonardo, non solo Codice Leicester: tre mostre a Firenze per celebrarlo

Le ha annunciate il sindaco Nardella aprendo la seconda giornata dei lavori della prima conferenza della capitali europee della cultura


"Il 2019 sarà l’anno Leonardiano e per Firenze sarà un anno straordinario: oltre alla mostra sul Codice Leicester avremo tre mostre dedicate al genio di Vinci: una dedicata al Verrocchio, una sul Codice Atlantico, e una sui suoi studi di botanica” ha annunciato il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenendo alla seconda giornata dei lavori della prima conferenza delle capitali europee della cultura, in corso a Palazzo Vecchio.
“Avremo tre eventi portanti – ha spiegato Nardella -: il primo sarà la mostra sul Verrocchio a Palazzo Strozzi, dedicata al maestro di Leonardo, e il Comune presterà il Putto con delfino. In primavera porteremo poi a Palazzo Vecchio una selezione delle tavole del Codice Atlantico custodito alla biblioteca Ambrosiana di Milano grazie alla disponibilità del professor Lorenzo Ornaghi, ex ministro dei beni culturali, e con la curatela della professoressa Cristina Acidini: le tavole sono state selezionate sulla base del lavoro che Leonardo ha fatto a Firenze, sarà una mostra innovativa e inedita nel suo genere. E infine chiuderemo con un altro progetto dedicato agli studi di Leonardo per la botanica, questo grazie a una collaborazione con Aboca, nostra partner nella gestione delle farmacie, per una esposizione che si svilupperà nella seconda parte dell’anno”. “Il 2019 – ha concluso – si aprirà quindi sotto i migliori auspici per l’anno Leonardiano e per Firenze. La nostra città si conferma capitale mondiale della cultura, un valore che riempie di orgoglio i fiorentini e che dà la giusta luce a molte nostre istituzioni culturali”.

Redazione Nove da Firenze