Rubrica — Editoria Toscana

Le poesie di Maria Laura Piccinini al Lyceum Club Internazionale di Firenze

Lyceum Club Internazionale Firenze

Domani, giovedì 21 febbraio, alle 18 un incontro per riflettere sul “fare realistico”, con il sottofondo musicale del violoncello di Anna Montemagni


Maria Laura Piccinini e Franca Bacchiega saranno protagoniste dell'incontro di domani, giovedì 21 febbraio, alle ore 18: la prima, nella veste di autrice di una raccolta di liriche, Passi in sordina (Florence Art Edizioni, 2018); l'altra nelle funzioni di relatrice.

È un'occasione importante per il Lyceum Club di Firenze, che dà voce a due figure femminili lontane professionalmente, una giurista e una professoressa universitaria, una esordiente e una già affermata scrittrice. Il filo rosso della poesia può avvicinare i due mondi e offrire la possibilità di riflettere su quello che è stato definito il "fare artistico", che traduce in parole emozione e stupore. La presentazione è a cura di Silvia Tozzi, e la serata sarà accompagnata dalle note del violoncello di Anna Montemagni.

Maria Laura Piccinini, funzionario giuridico della Regione Toscana, nasce a Firenze. Dopo studi classici, consegue la laurea in Giurisprudenza, che orienta la sua attività professionale. Durante tutta la vita, conserva e continua a coltivare interessi umanistici, con una particolare dedizione alla scrittura. Questo è il suo primo libro di poesie.

Franca Bacchiega, veneta di origine, vive a Firenze. Ha insegnato Letteratura Americana all’Università di Urbino e di Firenze. Traduttrice, scrittrice di narrativa, ha pubblicato numerosi saggi e traduzioni. Ha curato un'antologia di poeti americani di etnia messicana dal titolo "Sotto il quinto sole" (Passigli, 1989) e il volume di poesia del poeta americano James Dickey, "Elmetti"; ha tradotto dall'inglese "Cawdor" di Robinson Jeffers. Si è dedicata alla traduzione di testi di poesia e narrativa di molti scrittori statunitensi, come Gary Soto, Ricardo Sánchez, Leo Romero, Álavaro Ríos o Alma Villanueva, Bernice Zamora, Sandra Cisneros, Angela de Hoyos e altri, pubblicati su riviste italiane e americane o raccolti in antologie come "Sotto il quinto sole" o come un saggio antologico, in due puntate, pubblicato sulla rivista «Poesia». E' autrice di raffinatissime raccolte poetiche: Nella musica delle fontane (Vallecchi, 1984); Nel cerchio di Arianna (Galleria Pananti, 1989); La via del cinabro ( Scheiwiller, 1990); Grandine e grano (Passigli, 1998); Aelia Laelia (Garzanti, 2003), Come semi dentro al vento (Carabba, 2015). Le sue poesie sono apparse su antologie italiane e straniere

Redazione Nove da Firenze