Lavoro notturno, a Prato multe salate e sequestro di 46 macchinari

Tra ieri sera e stanotte controlli a tappeto in particolare nei laboratori tessili. A San Paolo e Galciana violazioni e sanzioni


Nella notte fra mercoledì 5 e giovedì 6 giugno, pattuglie della U.O. Edilizia e Contrasto al Degrado Urbano hanno effettuato controlli a tappeto sul territorio di Prato al fine di verificare eventuali laboratori tessili in attività lavorativa notturna. In occasione dei sopralluoghi effettuati in centro città, a San Paolo e a Galciana sono state accertate violazioni amministrative che hanno portato la Polizia Municipale ad applicare sanzioni pecuniarie per 6.900 euro e al sequestro di 46 macchinari.

Si ricorda che l'articolo 60 del Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Prato vieta l'utilizzo di macchinari a scopo produttivo da parte di attività artigianali o industriali dalle ore 22 alle ore 6 del giorno successivo, dal lunedì alla domenica compresa, negli edifici situati nelle immediate adiacenze di locali destinati ad abitazione, in assenza di valutazione di impatto acustico che attesti il rispetto dei valori limite del rumore prodotto per il periodo di riferimento notturno e che, nel detto regolamento, non vige alcun divieto per il lavoro nei giorni festivi domenicali ed infrasettimanali.

Redazione Nove da Firenze