Lavoratori Roberto Cavalli, c'è l'hashtag #iorestoafirenze

No compatto al trasferimento a Milano nell’assemblea virtuale nell'imminenza del faccia a faccia in videoconferenza con Regione e azienda, in programma giovedì 30


L’isolamento forzato di questo periodo non ha impedito ai lavoratori della Roberto Cavalli di riunirsi in un’assemblea virtuale e gridare ‘NO’ alla "inopportuna volontà del trasferimento di 170 dipendenti su Milano paventata dalla proprietà", come si legge in una nota di RSU Roberto CavalliFilctem-Cgil FirenzeFemca-Cisl Firenze-Prato.

La soddisfazione delle organizzazioni sindacali e delle RSU dopo la copiosa e attiva partecipazione dei lavoratori all’assemblea a distanza "è data anche dal fatto che la rabbia e lo sgomento comuni per un annuncio anacronistico e offensivo si sono trasformati presto in determinazione e compattezza per lottare fino alla fine contro questa decisione. I lavoratori non solo non accettano in toto le volontà aziendali -peraltro non accompagnate da un piano industriale o ragioni oggettive- ma ritengono inaccettabile l’impatto sociale ed economico di questa scelta, anche per il territorio fiorentino.Per gridare il loro ‘NO’ i dipendenti hanno lanciato un hashtag per aiutare a difendere 170 posti di lavoro e altrettante famiglie.Se anche tu, come loro, non vuoi che un grande marchio nato a Firenze lasci il nostro territorio, impoverendolo, da oggi grida con loro: #iorestoafirenze", concludono i sindacalisti.

Redazione Nove da Firenze