L’ACF Fiorentina scende in campo a sostegno della campagna Every One di Save the Children.

Paulo Sousa impegnato insieme con altri allenatori di serie A nell’iniziativa “Un Calcio alla mortalità infantile” in occasione dell’8° turno di campionato il 18 ottobre.


Per il sesto anno consecutivo l’ACF Fiorentina scende in campo al fianco di Save the Children per sostenere la campagna Every One, volta a fermare la silenziosa morte ogni anno di 5,9 milioni di bambini sotto i cinque anni per cause facilmente prevenibili o curabili, come la malaria o una polmonite.

Oltre a portare anche quest’anno sulle maglie il logo di Save the Children, i calciatori e l’allenatore della Fiorentina saranno, infatti, coinvolto in prima linea come testimonial in un mese intenso di mobilitazione, sensibilizzazione e raccolta fondi con il numero solidale 45505 fino all’1 novembre.

Presente oggi a Expo Milano con una delegazione in occasione del Save the Children Day, la giornata interamente dedicata dall’Esposizione a Save the Children e al suo Villaggio diventato in questi mesi un riferimento per migliaia di bambini, famiglie e visitatori, l’ACF Fiorentina rilancia anche ufficialmente il suo impegno in sostegno all’Organizzazione anche per la stagione calcistica in corso, consolidando una forte partnership nata nel 2010.

In questi anni, infatti, la Società si è impegnata a sostenere direttamente con continuità un importante progetto di salute materno - infantile e nutrizione realizzato da Save the Children che ha raggiunto ormai quasi un milione di mamme e bambini in cinque diversi distretti nel sud-ovest dell’Etiopia, un paese nel quale 59 bambini su 1.000 sotto i 5 anni muoiono ancora ogni anno per malnutrizione, malattie facilmente curabili o prevenibili o complicazioni legate al parto. Grazie ad un impegno economico complessivo di oltre un milione di euro, è stato realizzato un intero reparto diagnostico e pediatrico nell’ospedale di Karat, ed è stato possibile acquistare 3 ambulanze, ristrutturare ed equipaggiare 19 Centri di Salute e 100 Presidi Sanitari, assicurare le forniture di medicinali, vaccini, alimenti molto nutritivi e zanzariere per 175 strutture sanitarie distribuite nei villaggi più remoti della zona, ma anche formare 800 operatori sanitari distribuiti sul territorio.

“Il sostegno della Fiorentina a questo progetto ci ha consentito di raggiungere in breve tempo risultati importantissimi in un’area dove era maggiore e urgente la necessità d’intervento, ampliando in modo capillare la presenza nei 5 distretti, con infrastrutture, risorse materiali e operatori sanitari che, oltre all’assistenza alle mamme e ai bambini, hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie o delle complicazioni legate al parto, ” ha dichiarato Claudio Tesauro, Presidente di Save the Children Italia. “Siamo contenti di proseguire la nostra collaborazione e di avere l’intera squadra al nostro fianco in questo mese di campagna con il numero solidale 45505, nel quale vogliamo coinvolgere insieme tutti gli sportivi e sostenitori invitandoli a donare il loro contributo con un SMS per dire basta alla mortalità infantile.”

“L’ACF Fiorentina ha creduto fortemente in questo impegno che abbiamo cercato di portare avanti con passione in questi anni, coinvolgendo la dirigenza, la squadra e i nostri sostenitori nelle partita più importante, quella contro la morte inaccettabile di milioni di bambini che potrebbero essere facilmente evitate con il contributo di tutti” ha dichiarato il Patron di ACF Fiorentina, Andrea Della Valle, in una nota personale inviata a commento del rinnovo della collaborazione “Per questo vogliamo continuare a essere al fianco di Save the Children, perché i valori dello sport siano in prima linea in questa battaglia così importante per il futuro del mondo.”

L’ACF Fiorentina, in particolare con il suo allenatore Paulo Sousa, sarà tra i protagonisti, da oggi, della campagna di comunicazione dell’iniziativa “Un calcio alla mortalità infantile” per il sostegno della campagna Every One tramite il numero solidale 45505, realizzata in collaborazione con Lega Serie A, FIGC e A.I.A., in occasione della partita della Nazionale Italiana Italia - Norvegia in programma questa sera e dell’8a giornata di campionato di serie A del 18 ottobre. Tra i protagonisti della campagna di comunicazione anche gli allenatori Allegri, Garcia, Mancini, Mihajlovic, Pioli insieme ai calciatori Lorenzo Insigne e Fabio Quagliarella.

Lanciata nel 2009, la campagna Every One di Save the Children, anche grazie al sostegno dell’ACF Fiorentina, ha finora raggiunto, con i suoi interventi in 40 paesi del mondo, 39 milioni di bambini sotto i cinque anni, con programmi di nutrizione, e 95 milioni di mamme e bambini con interventi di salute materna, neonatale e infantile, formando quasi 500.000 operatori sanitari. Grazie ai programmi realizzati si è potuta salvare la vita di milioni di bambini e donne in età riproduttiva: tanto è stato fatto, ma c’è ancora molto da fare.

Per l’intera durata della campagna Every One, dall’8 ottobre al 1 novembre 2015, sarà possibile donare 2 euro inviando un sms al numero 45505 dai cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Noverca e chiamando da rete fissa TeleTu e TWT, o contribuire con 2 o 5 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb. I fondi raccolti in Italia saranno destinati alla realizzazione di progetti in 5 paesi: Etiopia, Mozambico, Malawi, Egitto e Nepal.

Save the Children è la più importante organizzazione internazionale indipendente dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e a promuovere i loro diritti, subito e ovunque, con coraggio, passione, efficacia e competenza. Oggi opera in 119 paesi con una rete di 30 organizzazioni nazionali e una struttura internazionale (Save the Children International).

Redazione Nove da Firenze