​La Toscana agli Assoluti d’Italia: Oro per Halit Eryilmaz, Argento per Leonardo Esposito e Matteo Girolamo

Esposito e Bundu festeggiano l'argento

Un bottino che poteva essere migliore, a far discutere è il match di Girolamo contro Russo


Halit Eryilmaz, dopo diverse finali perse, è riuscito a coronare il sogno di diventare campione Italiano, titolo conquistato nella categoria 56 Kg. Il pugile della Fight Gym Grosseto, riporta il tricolore in Maremma dopo 40 anni. Complimenti a lui, al maestro Raffaele D’Amico e al presidente della società grossetana Amedeo Raffi.

Leonardo Esposito, dopo l’ottima prestazione nella semifinale contro Magliacano, non riesce ad essere incisivo nella finale contro Cordella. Il pugile dell’Accademia Pugilistica Fiorentina non trova la giusta misura per mettere i colpi al bersaglio, e così l’allievo del Maestro Bundu deve accontentarsi del secondo posto nella categoria 49 kg.

Chi secondo noi non deve accontentarsi è Matteo Girolamo, infatti il pugile del Boxing Club, opposto al due volte argento Olimpico e campione Mondiale Clemente Russo, meritava la vittoria nella categoria 91 Kg.

Girolamo ha pressato Russo con veemenza piazzando più colpi al bersaglio. Russo ha cercato di replicare, talvolta con colpi puliti, ma spesso non andando a segno. Al pugile di Marcianise è mancata anche la mobilità dei tempi migliori per sottrarsi all’azione dell’avversario. Inoltre il pugile allenato dal Maestro Leonardo Turchi si è aggiudicato la terza ripresa che nel conto del match risultava decisiva. 

A Matteo Girolamo resta la soddisfazione della grande prestazione offerta, senza nessun timore riverenziale contro un avversario con palmares così prestigioso.

Massimo Capitani