La Lega: "Il Governo fa morire Firenze"

Cocollini e Montelatici: "Il sindaco Nardella si è comportato da uomo libero ma non viene ascoltato. Invece di minacciare di spegnere le luci, dovrebbe convincere il suo partito, il Pd, a staccare la spina a questo esecutivo"


“Il Governo sta lasciando morire Firenze. Nonostante le richieste del sindaco Nardella – spiegano il vice presidente del Consiglio comunale Emanuele Cocollini ed il presidente della Commissione di Controllo Antonio Montelatici, Lega Salvini premier – ancora niente è stato ottenuto. Il sindaco continua a ripetere che in questa fase, indipendentemente dalla bandiera dei singoli partiti, occorre comportarsi da uomini liberi. Il sindaco si è comportato da uomo libero. Meglio tardi che mai. E comunque, a questo punto, non può fare altro – aggiungono Emanuele Cocollini e Antonio Montelatici – che stracciare la tessera del suo partito. Solo che, invece di minacciare di spengere le luci della città, dovrebbe chiedere ai suoi compagni di partito di spegnere le luci di Palazzo Chigi, staccando la spina all’incapace Governo Conte. Solo allora potrà essere davvero credibile agli occhi della cittadinanza”.

Redazione Nove da Firenze