Rubrica — Fiorentina

La Fiorentina si salva dopo uno scialbo pareggio col Genoa

Una partita soporifera che chiude una stagione da dimenticare. Nella mediocrità si salvano solo Muriel Pezzella e Milenkovic. Consueta impalpabilità a centrocampo. Fischi dei tifosi a fine gara


Finalmente è finita. Questo il commento a caldo alla fine di una partita che ha regalato ai tifosi solo le emozioni delle notizie relative a Inter - Empoli. Si sono affrontate due squadre spaventate che hanno giocato una partita all'insegna della non belligeranza. La cronaca ci dice, infatti, di pochi spunti brillanti in deserto di noia.Si comincia in uno stadio con trentacinquemila spettatori venuti a incitare una squadra involuta sull'orlo del baratro. Il tifo viola è caldo. La paura della serie B induce i tifosi a esprimere tutto l'attaccamento dei fiorentini alla squadra e a quello che rappresenta a dispetto della mediocrità di un gruppo che avrebbe potuto e dovuto far meglio.

L'inizio partita vede subito uno spunto brillante di Muriel che impegna Radu al primo minuto. E' questo uno dei pochi squilli di una gara che prende subito l'andamento di una partita bloccata. I viola cercano con scarsa convinzione di far gioco. Le manovre a centrocampo non costruiscono, il Genoa bada soprattutto a difendersi. Al 22' una buona azione di Muriel a destra, ma il suo cross al centro è vanificato dall'intervento della difesa genoana. Al 26' Chiesa volenteroso ma meno brillante del solito impegna Radu con un tiro da fuori . Dopo la mezzora un pericolo anche per i viola, quando dopo una punizione di Veloso , Biraghi devia rischiando un autogol.

Nel secondo tempo la prima vera emozione arriva da San Siro con la notizia del vantaggio interista. In questo momento sia Fiorentina sia Genoa sarebbero salve. Il Genoa per un attimo prova ad attaccare , poi la gara scivola in un esasperato possesso palla che ha lo scopo di far trascorrere il tempo. A smuovere la partita che ha le emozioni di una seduta d'allenamento arriva la notizia del pareggio dell'Empoli. Al Genoa non basta il pareggio, ma i liguri non reagiscono. Ed è la Fiorentina a farsi pericolosa con un tiro di Chiesa parato da Radu. La Fiorentina prova a vincere la partita ma non riesce a essere pericolosa e quando arriva la notizia del nuovo vantaggio interista la gara precipita di nuovo nella noia e nell'attesa della fine. Non succede nulla e la partita si conclude con un pari che salva le due squadre. I rossoblù sono festeggiati dai tifosi genoani, mentre i viola lasciano il campo subissati dai fischi del popolo viola che ,pur festeggiando, la salvezza, esprime tutta la sua protesta verso una squadra che ha deluso , anche per l'evidente disimpegno delle ultime gare

Finisce il campionato e domani potrebbe essere l'inizio di un nuovo ciclo ,forse,con una nuova proprietà.

Vincenzo Montella, ha commentato a Sky la gara dei viola :

“La partita è stata carica di tensione. Il nostro è stato un campionato stranissimo, le partite con me abbiamo creato tantissimo ma non abbiamo mai fatto risultato. Finalmente è finita questa stagione interminabile, non siamo contenti ma almeno abbiamo onorato Firenze e anche noi stessi.

Le occasioni migliori le abbiamo create noi. La partita è stata giocata sotto ritmo anche per paura ma il Genoa ha segnato tanto in contropiede e avevo chiesto alla squadra di non esporsi mai a questo tipo di gioco. L’importante per noi era non perdere cercando di vincere e la squadra ci ha provato.

Futuro? Non so cosa aspettarmi. Mi aspetto ancora i Della Valle fino a prova contraria. Non ci hanno detto niente se non di concentrarsi solo sulla partita manifestando la voglia di continuare. La squadra oggi è stata più attenta. Non so che Fiorentina sarà ma da parte mia c’è grande entusiasmo. Dobbiamo ripartire tutti uniti e con grande entusiasmo per riportare la Fiorentina dove merita”.

Fiorentina - Genoa 0-0

FIORENTINA (3-5-2): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Hugo; Benassi, Edimilson, Gerson, Veretout, Biraghi; Muriel, Chiesa. Allenatore: Russo (Montella è squalificato.)

GENOA (4-4-2): Radu; Biraschi, Zukanovic, Criscito; Romero; Pereira (35' st Sanabria), Veloso, Radovanovic, Bessa (41' st Rolon); Pandev (38'st Gunter), Kouamé. Allenatore: Prandelli.

Arbitro: Orsato di Schio

Note: ammoniti Gerson; Radovanovic

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it