La Fiorentina gioca ma vince una Roma cinica e concreta.

Prova generosa della squadra che perde, ma esce tra gli applausi. Bene Bernardeschi, Borja Valero e Kalinic. In ombra Ilicic e Kuba. In goal Babacar.


La Fiorentina che affronta la gara nella formazione tipo con la sola assenza di Alonso è una squadra generosa e volitiva, ma non è sufficiente per battere una Roma cinica e fortunata.

Gli uomini di Garcia sono bravi a sfruttare gli errori dei Viola e nella partita che doveva confermare la Fiorentina come capolista arriva il sorpasso della Roma, squadra più concreta nel giocare gare di questo genere. I Viola, comunque, escono a testa alta: pagano la pesante assenza di Alonso sulla sinistra, la giornata storta di Ilicic e Kuba e devono subire il primo goal proprio dal l'ex idolo Salah.

La Roma è aggressiva dai primi minuti. Al 6' minuto, Salah con un tiro all'angolino sulla destra di Tatarusanu porta in vantaggio la Roma . Nell'azione c’è un'evidente colpevolezza della difesa viola che permette all'egiziano di agire con una certa libertà . La Roma si chiude dopo il goal arretrando anche gli esterni sulla linea difensiva. La mossa di Garcia rende difficilmente penetrabile una difesa che anche nella recente gara di Champions non aveva brillato. La Fiorentina si butta in avanti con coraggio e determinazione ma i giallorossi sono bravi a chiudere gli spazi . All'undicesimo il portiere della Roma prende la palla con le mani fuori dall'area, ma per l'arbitro Orsato è tutto regolare . Al quindicesimo su un bel lancio di Gonzalo, Kalinic controlla di tacco e prova un pallonetto che esce sopra la traversa. La Fiorentina fa gioco e attacca con convinzione, poi al 34' un grave errore di piazzamento dei Viola permette a un Gervinho tutto solo di involarsi e battere. Tatarusanu. Il goal, però, è viziato da un fallo di De Rossi su Vecino non visto da un mediocre Orsato. Fiorentina generosa e ingenua in occasione del secondo goal, mentre la Roma ha il cinismo necessario per vincere, senza quasi attaccare. I Viola ci provano al 41' con un gran tiro di Vecino parato da Szczesny . Nella ripresa i Viola provano a riaprire la gara, ma manca la lucidità e gli spazi sono chiusi da una Roma, davvero efficace in chiusura e pronta ad approfittare degli errori viola , come al 10' quando Tatarusanu in uscita e poi Bernardeschi sulla linea evitano il goal.

Sousa inserisce Rossi e Mati Fernandez . Al 22' è Pepito a inventare un triangolo che mette Bernardeschi davanti alla porta, ma il tiro è addosso al portiere. I Viola schierano anche Babacar e provano l'assalto finale, ma ci sono troppi errori. Al 38' Ilicic lancia Kalinic che davanti al portiere sbaglia incredibilmente.

Nel finale Salah perde la testa e dopo essere ammonito per un fallo, manda a quel paese l'arbitro che lo espelle. All'ultimo minuto segna Babacar, ma è troppo tardi, anche se alla Fiorentina va il merito di averci provato fino in fondo. Da segnalare un 'altra perla di Orsato che concede solo tre minuti di recupero . I Viola, escono a testa alta e sono comunque secondi. Il pubblico del “Franchi” applaude una squadra che ha dato tutto e che può rimanere in alto. Il sogno viola continua, non c'è ridimensionamento , dopo aver perso , giocando alla pari contro una delle squadra più forti del Campionato.

Queste le parole di Paulo Sousa nella conferenza stampa al termine della gara

"Ha vinto la squadra più forte? Ha vinto la squadra più concreta. Fallo di De Rossi? Eravamo posizionati bene ma non abbiamo aggredito tralasciando le coperture. Concessione del recupero? Non mi sono arrabbiato ma pensavo in un recupero maggiore visto tutto quello che è successo durante la gara. Il morale? C'è rischio di abbattersi dopo partite come questa ma cercheremo di andare avanti attraverso il nostro gioco. La Roma ha grandissime qualità e noi non siamo stati concreti. Brucia più la sconfitta con la Roma o con il Napoli? Sicuramente meritavamo di più in entrambe le partite. Rosa corta? Noi cerchiamo di migliorare i giocatori che abbiamo. Bernardeschi è cresciuto moltissimo e cercheremo di far crescere anche gli altri giocatori. Fiorentina ridimensionata? Dobbiamo continuare con i nostri principi di gioco, possiamo giocarcela con molte squadre.”.

Fiorentina 1

Roma 2

FIORENTINA (3-4-3): Tatarusanu; Roncaglia, Gonzalo (36' st Babacar), Astori; Kuba Blaszczykowski (15' st Rossi), Vecino, Badelj (15' st Mati Fernandez), Bernardeschi, Ilicic, Kalinic, Borja Valero. Allenatore: Sousa.

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Rüdiger, Manolas, Digne, Nainggolan, De Rossi (36' pt Vainquer, Pjanic (35' st Torosidis); Salah, Dzeko, Gervinho. Allenatore: Garcia.

Arbitro: Orsato di Schio

Marcatori: 6' pt Salah; 34' st Gervinho; 49' st Babacar

Note: espulso Salah; ammoniti Dzeko, Florenzi, De Rossi, Roncaglia, Bernardeschi

Alessandro Lazzeri