La Fiorentina: "Chiesa resta, sarà un simbolo viola"

Comunicato della società mentre si sta definendo il passaggio di mano: "Ha un lungo contratto, il suo futuro è a Firenze". Allenatore, i bookmakers danno in crescita le chances di Gattuso


Poche battute, ma chiarissime. La Fiorentina smentisce con forza l'ipotesi che Federico Chiesa possa lasciare a breve termine la squadra viola. Anzi, di più. Il club di Della Valle sottolinea che Chiesa dovrà essere il giocatore simbolo della futura squadra. L'annuncio arriva nelle ore in cui si sta trattando il passaggio della società nelle mani di Rocco Commisso. 

Ma ecco integralmente la nota viola: "Leggiamo continue notizie diffuse da altri sul futuro di Chiesa e su dove giocherà il prossimo campionato. L’attuale proprietà tiene a precisare che Federico è un giocatore della Fiorentina legato alla Società da un lungo contratto e quindi, per quanto ci riguarda, Chiesa il prossimo anno giocherà a Firenze e dovrà essere il giocatore simbolo per la squadra che si costruirà". Firmato, ACF Fiorentina.

Chiesa rimane, insomma. Il vento che tira pare andare in questa direzione. Del resto, chi acquistasse la Fiorentina senza Chiesa prenderebbe una squadra di profilo molto più basso. E poi va considerato che il gioiello viola ama Firenze, resta molto volentieri in riva all'Arno, ha sempre mostrato molto attaccamento alla Fiorentina. E l'idea di diventare un giocatore-simbolo, come Giancarlo Antognoni, forse non gli dispiace affatto. Certamente, se resta l'ingaggio sarà ritoccato in alto in modo robusto, ma questo è un altro discorso. 

Sul capitolo allenatore, andando verso un felice epilogo la trattativa Della Valle-Commisso, si fa sempre più decisa la candidatura di Rino "Ringhio" Gattuso, che in Toscana ha già esperienza avendo allenato il Pisa. E bene, portando i nerazzurri in serie B malgrado una situazione societaria non esattamente rosea.

Gattuso ha declinato la Roma, ha detto no alla Lazio, e nel frattempo ad avvicinarsi di più è stata proprio la Fiorentina. Il suo futuro si colora di viola anche nelle previsioni degli analisti, a cui l’imminente cambio di proprietà ha dato l’input per la scommessa dedicata all’ex tecnico del Milan: nella lista di opzioni per la prossima stagione la Fiorentina svetta sul tabellone Sisal Matchpoint, a 2,50, con il Genoa seconda opzione a 4,50. Da considerare anche la pista che porta agli Emirati Arabi, un cambio di direzione totale a 7,50, mentre si torna tra le alternative "europee" con la Sampdoria, il Watford e il Wolverhampton, tutti a 12,00. Un pizzico di nostalgia, infine, con il Rangers di Glasgow, una delle prime esperienze da calciatore di Gattuso: il ritorno da allenatore, riferisce Agipronews, pagherebbe 16.

Intanto, Edimilson non è stato riscattato e dal prossimo campionato sarà in Bundesliga, al Mainz, con cui si è accordato per 4 anni.

Non solo calcio, in ballo anche posti di lavoro. “La Fiorentina è di Firenze e dei fiorentini. Chi ne sarà il proprietario deve averlo ben presente per i ruoli della società. Serve chiarezza e serietà anche nei confronti degli oltre 100 dipendenti che lavorano per la Fiorentina e impegnati rispettivamente nelle società ad essa legate: Firenze viola, Promesse viola e Fiorentina womens Fc. Non possiamo mai dimenticare che dietro ogni posto di lavoro c'è una famiglia e quando si perde il lavoro non è solo un problema economico ma anche di dignità sociale. Ci auguriamo quindi che al primo posto, chiunque sarà il nuovo proprietario della Fiorentina, metta il rapporto con Firenze, la dirigenza collegata alla città e per iniziare la continuità occupazionale” Così il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi commenta l'ipotesi di cessione della Fiorentina da parte della famiglia Della Valle.

Redazione Nove da Firenze