Italia, per la prima volta elezioni senza governo: si torna a votare

Mattarella: "I partiti scelgano tra elezioni subito o Governo in carica fino a fine anno"

​Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella offre tre possibilità


Impraticabili gli accordi tra Movimento Cinque Stelle, Lega e Pd, l'impossibilità di formare un Governo pesa sulle spalle del Capo dello Stato che bacchetta i partiti dopo una campagna elettorale
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella offre tre possibilità al Parlamento: voto a luglio, voto in autunno oppure voto ad inizio 2019. Tante le preoccupazioni però.

"Il governo Gentiloni ha esaurito la sua funzione e non può essere ulteriormente prorogato in quanto espresso da una maggioranza parlamentare che non esiste più" ha sottolineato Mattarella.

Italia verso nuove elezioni. Ma il Presidente elenca varie criticità: in primis il rischio di un voto in estate che potrebbe creare problemi agli elettori, in secondo luogo il rischio di ritrovarsi con la stessa legge elettorale nella medesima situazione di instabilità, in terzo luogo il timore che il nuovo esecutivo non abbia il tempo di votare la legge finanziaria entro fine anno, una scadenza che rischia di aprire le porte all'aumento dell'Iva ed alla "speculazione" da parte dei mercati internazionali.

Tutto questo mentre in Europa si decide il futuro su immigrazione e moneta unica e l'Italia rischia di contare poco nelle trattative.

Mattarella parla di un "governo di servizio e neutrale" tanto che ai membri verrà chiesto di non presentarsi a future elezioni, ma che possa "garantire lo svolgimento dei lavori parlamentari" rispetto ad un esecutivo dimissionario.
Al tempo stesso un governo pronto a dimettersi qualora vi fosse un accordo politico tra due partiti in grado di formare una maggioranza politica. 

Redazione Nove da Firenze