Internet in Toscana: in un anno la velocità delle connessioni aumenta del 79%

La crescente diffusione della fibra ottica in Toscana garantisce ad un numero sempre maggiore di utenti di poter accedere alla banda ultra-larga abbandonando le più lente connessioni ADSL. Il nuovo osservatorio di SosTariffe.it, analizzando i dati raccolti dagli speed test degli utenti toscani tra il 2018 ed il 2019, mette in evidenza l’enorme crescita della velocità media di connessione in Toscana che, nel giro di 12 mesi, è crescita del 79% arrivando sino a 31,06 Mb/s


La fibra ottica è sempre più diffusa ed il numero di utenti che può accedere alla banda ultra-larga è in costante aumento. Questo fenomeno, che ha registrato una decisa accelerazione negli ultimi mesi, è al centro del nuovo osservatorio di SosTariffe.it che ha analizzato i dati degli speed test degli utenti toscani per fare il punto della situazione sull’evoluzione della diffusione della fibra ottica in tutta la regione Toscana.

Velocità Internet: in Toscana le connessioni sono più veloci del 79% rispetto allo scorso anno

Lo studio di SosTariffe.it ha preso in considerazione gli speed test effettuati dagli utenti toscani del portale paragonando i risultati del primo trimestre del 2018 con i risultati dello stesso periodo del 2019. Lo scorso anno, in media, gli utenti toscani viaggiavano, in download, a 17,32 Mb/s. Nei primi mesi del 2019 lo scenario è radicalmente cambiato.

La velocità media di connessione in Toscana è ora pari a 31,06 Mb/s con una crescita percentuale, rispetto allo scorso anno, del +79,33%. I dati confermano una crescente diffusione delle connessioni in fibra ottica che, a poco a poco, stanno soppiantando le connessioni ADSL, più lente e limitate ad un valore massimo di 20 Mb/s.

Questo aumento è uniforme anche a livello provinciale: in tutte le realtà territoriali toscane analizzate, infatti, si rileva una velocità media superiore rispetto a quella stimata nel 2018.

Velocità Internet in Toscana: oggi la provincia più veloce è Grosseto

I dati raccolti, grazie allo speed test di SosTariffe.it, rilevano che la provincia di Grosseto è quella in cui si registra il maggior incremento della velocità Internet: +203,77%. Lo scorso anno, le connessioni “fisse” in questo territorio viaggiavano in download a 18,82 Mb/s, mentre oggi si stima una velocità di 57,17 Mb/s, quasi il doppio del dato medio regionale. Grosseto è così la provincia toscana con la velocità media maggiore in assoluto, con un ampio margine rispetto a tutte le altre.

Livorno e Prato sul podio, Massa-Carrara è la provincia più “lenta”

Analizzando i dati provincia per provincia, risalta il dato di Livorno che registra una velocità media di 39,71 Mb/s con una crescita percentuale del +103,43%. Terzo posto, invece, per Prato che si ferma ad una velocità media 37,80 Mb/s con una crescita percentuale del +84,39%. Al di sopra della media regionale c’è anche la provincia di Lucca con una velocità media di 34,93 Mb/s (+76,24%).

Scorrendo i dati troviamo Pistoia con 29,09 Mb/s ed una crescita percentuale del +96,16% e Firenze con 28,04 Mb/s. Da notare, inoltre, che la provincia fiorentina mette in evidenza la crescita percentuale inferiore (“appena” +34,81%) tra tutte le province della Toscana. Dai dati rilevati nel 2018, la provincia di Firenze risulta la più veloce di tutta la Toscana (il dato medio era di 20,80 Mb/s) mentre oggi occupa la sesta posizione.

A completare i dati sulle velocità di connessione in Toscana troviamo Siena con una velocità media di 25,31 Mb/s (+60,90%), Arezzo con una velocità di 24,90 Mb/s (+109,24%) e Pisa che si ferma a 23,58 Mb/s (+93,28%). La provincia più lenta della regione è, infine, Massa-Carrara che fa registrare una velocità media di 20,65 Mb/s ed una crescita percentuale del +53,87% rispetto allo scorso anno.

Nonostante l’ultima posizione tra le province della regione, Massa-Carrara fa comunque segnare una velocità media nettamente superiore alla media regionale registrata nel primo trimestre del 2018 (20,60 contro 17,32 Mb/s) mostrandosi in netta crescita rispetto al dato dello scorso anno.

Redazione Nove da Firenze